Bruciate Inter e Milan, pronti più di 60 milioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:09

Inter e Milan bruciate dalla concorrenza, è pronta un’offerta superiore ai 60 milioni di euro

Tra i giovani attaccanti del panorama mondiale, Darwin Nunez sta riuscendo a conquistarsi un posto importante. Il centravanti uruguayano, sotto contratto con il Benfica sino al 2025, sta vivendo la stagione della consacrazione. In stagione ha già superato quota 30 gol tra campionato e coppe nazionali e internazionali, comprese le 6 reti siglate in Champions League.

Inter e Milan, offerta per Nunez dal Newcastle
Zhang ©LaPresse

Numeri importanti per il giocatore dopo la scorsa stagione di assestamento in Portogallo, lui che in patria con il Penarol aveva fatto vedere ottime cose ripetendole anche in Segunda Division con l’Almeria. Tanti club, tra cui quelli italiani, lo seguono da tempo con grande attenzione. Nunez piace in particolare a Milan ed Inter, ma più il tempo passa e più le cose si complicano per le società italiane.

Inter e Milan, assalto Newcastle a Darwin Nunez

Il prezzo dell’attaccante nato ad Artigas, infatti, continua a lievitare. Tutto chiaramente gioca a favore del Benfica, che spera di incassare quanto più possibile dall’eventuale cessione del giocatore. E dalla Francia sottolineano come un club sia pronto a lanciare l’assalto. Si tratta del Newcastle, che secondo l’emittente transalpina ‘Foot Mercato’ sarebbe pronto ad offrire più di 60 milioni di euro per il cartellino dell’uruguagio.

Newcastle, 60 milioni per Darwin Nunez
Darwin Nunez ©LaPresse

La società inglese, che può godere di una straordinaria capacità finanziaria, punta ad essere la regina del mercato estivo ed è pronta a fiondarsi sull’attaccante. L’offerta dei ‘Magpies’, sottolineano dalla Francia, sarebbe imminente e pronta a bruciare la concorrenza di tutti i grandi top club europei che seguono con grande attenzione l’uruguayano. Oltre a Milan e Inter, sulle tracce del giocatore ci sono anche Paris Saint-Germain, Real Madrid, Barcellona e i top club inglesi come Chelsea, Manchester United e Manchester City. Nel frattempo il Benfica avrebbe già individuato il sostituto. Si tratta del croato Petar Musa, di proprietà dello Slavia Praga, ma in prestito al Boavista.