ESCLUSIVO | Traoré, il Milan ha un’avversaria tosta: il Sassuolo spera nell’asta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:49

La doppietta con l’Atalanta ha certificato il grande momento di Traoré: l’interesse del Milan c’è, così come quello di un’altra big di A

José Mourinho lo ha studiato, osservato. Così come hanno fatto tutti gli uomini mercato della Roma. Stesso dicasi per Pioli, Maldini, Massara e casa Milan: perché uno come Hamed Junior Traoré non passa esattamente sotto silenzio. Anzi. Finora, in una stagione da consacrazione, ha messo a referto 7 gol (suo massimo in carriera) conditi anche da 4 assist.

Traoré esulta
Traoré esulta ©LaPresse

Traoré ha partecipato ad un gol del Sassuolo ogni 137 minuti: una media altissima, qualcosa che stride, invece, con il rendimento non esaltante di molti interpreti nel ruolo tra Milano e la capitale. Traoré nasce trequartista centrale: ed è in quel ruolo che riesce ad esprimere la qualità anche negli ultimi sedici metri. Senza escludere, però, come possa partire da sinistra e convergere verso il destro: l’esser ambidestro, d’altronde, aiuta in queste circostanze.

Traoré con Raspadori
Traoré con Raspadori ©LaPresse

Sassuolo bottega cara: Traoré sogna uno tra Mou e Pioli

Ovviamente, c’è da trattare con Giovanni Carnevali: il plenipotenziario neroverde ha parlato di una chance Napoli, ma più in un’ottica di possibilità che di stretto interesse. Ad oggi, come appreso da Calciomercato.it, gli apprezzamenti concreti prima del Milan e poi della Roma. Ad oggi, ovviamente, non si può parlare di trattativa: ma, le richieste sono pervenute sia al Sassuolo sia all’agente del calciatore.

La speranza emiliana è quella di che si scateni un’asta, un gioco al rialzo: Antonio Imborgia, colui che cura gli interessi del calciatore, non può che cercare il progetto migliore per valorizzare un talento straordinario. Un potenziale top player grazie all’aiuto di mister Dionisi, sta mettendo in mostra numeri sempre più importanti.

Potrebbero esser necessari almeno 30 milioni per portare Traoré lontano dal Mapei Stadium: giova ricordare che si tratta di un 2000 che tra Empoli e Sassuolo ha già maturato un’esperienza importante in Serie A.