CMIT TV | Rivoluzione Juve: “Non solo Jorginho. Il piano A è un altro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:29

Nel corso della diretta su Twitch della CMIT TV è intervenuto anche il collega Dario Pellegrini che si è soffermato sulla Juventus

La Juventus si lecca le ferite dopo il ko interno rimediato contro l’Inter domenica sera. Uscita dalla corsa scudetto la squadra di Allegri si concentra sul finale di stagione e sul futuro della rosa per il prossimo anno. In vista della prossima sessione di calciomercato avranno un ruolo molto importante anche i rinnovi o meno di alcuni calciatori. Tra questi anche Federico Bernardeschi, tematica toccata anche da Dario Pellegrini de ‘Il Tirreno’ intervenuto alla CMIT TV oggi pomeriggio: “Dalle conferme che mi sono arrivate oggi Bernardeschi è un calciatore su cui la Juventus inizia a credere che non sia il caso di scommettere. Dalla Juve si respira un’aria in uscita di grande rivoluzione e riflessione. Non rientra nei piani della società bianconera che ammette anche alcuni sbagli del passato. Si è deciso di ripartire da un altro tipo di calciatori per instaurare un nuovo ciclo”.

Dario Pellegrini a CMIT TV: il futuro di Bernardeschi
Dario Pellegrini a CMIT TV

FUTURO –Sull’erede di Dybala la Juve ha varie idee ma deve ancora capire quale sia la migliore. Su quella che sarà la prospettiva futura della Juve credo abbiano abbastanza le idee chiare invece, come evidenziato anche dalle uscite”.

CENTROCAMPO – “Penso che se la Juventus potesse avere finanze illimitate andrebbe a prendere tutti. Ci sono i piani A che sono i sogni e poi ci sono i piani B che vanno più verso le esigenze della Juve. Un piano A è de Jong: sulla dinamica dell’olandese dovrebbe aspettare il giocatore, visto che da Barcellona ci sono da risolvere delle cose, sono arrivate delle promesse. L’arrivo di Kessie ha fatto definitivamente arrabbiare l’entourage di de Jong. Jorginho è il piano B della Juve. Partendo dal presupposto che penso che la Juventus vada su 4/5 acquisizione in conseguenza ad alcune cessioni, al massimo due di questi profili saranno di età più avanzata ed uno di questi sarà Rudiger. L’altro può essere benissimo Jorginho”.

DYBALA – “Dybala è indiscutibile ma quando sei un azienda e devi decidere su un investimento dopo un anno e mezzo infermeria penso che sia una scelta obbligata”.