Empoli-Roma, Mourinho esalta Oliveira | Poi ammette: “È stata colpa mia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:42

Il tecnico Jose Mourinho è intervenuto nel post partita del match tra Empoli e Roma, dopo la vittoria dei suoi col risultato di 2 a 4

I soliti problemi di troppo nel secondo tempo, che fa da contrasto a una prima frazione di gioco strabiliante. Questo il riassunto della gara della Roma contro l’Empoli in trasferta, terminata 2 a 4 a favore dei giallorossi.

Roma Empoli Mourinho
Mourinho a Dazn

Il tecnico dei capitolini, Jose Mourinho, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel post partita, ai microfoni di ‘Dazn’: “È un grande risultato. Vincere qui non è facile. Prima di questa partita sapevamo del pareggio di Lazio e Atalanta e Fiorentina. Per voi è stato fantastico il secondo tempo, abbiamo mantenuto alta l’audience. Faccio i complimenti ai miei e anche all’Empoli”.

MKHITARYAN SU RICCI:Mossa vincente? Penso di sì. È una zona di campo che conosce bene, abbiamo preparato bene la partita. Nel secondo tempo abbiamo abbassato l’intensità del pressing e Mkhitaryan l’ha sentito. Quando Sergio e Veretout hanno chiuso gli spazi interni, abbiamo fatto meglio. Abbiamo fatto tutto bene”.

Empoli-Roma, Mourinho: “Oliveira diverso dagli altri. Ritardo dopo l’intervallo? Colpa mia”

Empoli Roma Mourinho
Sergio Oliveira © LaPresse

SERGIO OLIVEIRA:Svolta tattica? È diverso dagli altri. Non è il regista però che dice la gente, quello ci manca. Sapevo che avrebbe dato questa differenza, anche dal punto di vista fisico e delle decisioni. Difficilmente fa una scelta sbagliata. Quando giochi in un club per vincere in campionato come il Porto prendi un determinato tipo di mentalità, che a noi serve”.

SCUSE A EMPOLI:Non ricordo se contro Lecce o Cagliari il nostro avversario è arrivato in ritardo dopo l’intervallo e a me non è piaciuto per niente. È stata colpa mia, ho perso troppo tempo con il match analyst. Ho sbagliato, mi sono scusato sia con l’Empoli che con l’arbitro”.

ABRAHAM:Ho bisogno dei suoi gol ogni partita (ride, ndr). Ma se non puoi fare gol e fai tante altre cose io sono soddisfatto uguale”.

Chiude scherzando: “Se non sento freddo? No, la giacca è di qualità (ride, ndr). Adesso vado a dormire in treno“.