Salernitana, Sabatini si presenta: “De Rossi è come un figlio, ma…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:18

Walter Sabatini, nuovo direttore generale della Salernitana, si è presentato alla stampa in questa nuova avventura: le parole dell’ex dirigente di Roma e Suning

Protagonista della conferenza stampa della sua presentazione, Walter Sabatini, nuovo direttore generale della Salernitana, ha parlato di diversi temi, dalle prossime operazioni in sede di calciomercato al futuro della panchina del club campano, ora occupata da Stefano Colantuono, ma alla quale era stato accostato anche Daniele De Rossi, ex giocatore alla Roma proprio di Sabatini.

Salernitana, parla Sabatini
Walter Sabatini ©️ LaPresse

DE ROSSI – “Per me Daniele è come se fosse un figlio, ma non potrà arrivare anche per questioni tecniche, non è al momento abilitato a farlo. Ora c’è un tecnico che sta allenando, martedì sarà nello spogliatoio con me e merita assoluto rispetto”.

RIBERY – “E’ un campione e si comporterà da campione, mi dicono che i suoi comportamenti sono stati finora impeccabili. Lo chiamerò oggi per dargli appuntamento per domani, voglio che senta la nostra vicinanza. Sia chiaro, non depisterò mai un giornalista, ma non mi sentirete fare nomi, quelli spetteranno alla responsabile della comunicazione. Non darò notizie, ma non vi farò toppare, deontologicamente sarebbe scorretto”.

Salernitana, Sabatini su Fazio: “Non è un caso”

Parlando di Castori, Walter Sabatini ha menzionato anche Federico Fazio, difensore centrale in uscita dalla Roma: “Conosco Fabrizio dai tempi della Maceratese, ma io ora sono pronto a difendere Colantuono che è il mio allenatore. Come feci con Rudi Garcia, forse sbagliando, ma per un sentimento di riconoscenza. Poi arrivò Luciano Spalletti e quella squadra raggiunse gli 87 punti in Serie A e Fazio era il difensore centrale titolare di quella squadra. Perché lo menziono? Non è un caso”.