Decalogo Fiorentina, replica UFFICIALE | “Chiari errori di interpretazione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:05

Il calcio e i possibili stravolgimenti che lo riguardano. Le proposte della Fiorentina non vengono accolte: arriva la replica ufficiale

Il calciomercato di gennaio è alle porte, ma in realtà non finisce mai. E con lui il dibattito sulle operazioni, gli ingaggi, le cifre e come sono ripartite tra i protagonisti in causa.

Decalogo Fiorentina, replica UFFICIALE | "Chiari errori di interpretazione"
Commisso © LaPresse

Negli ultimi anni, infatti, le polemiche non sono mancate per le commissioni agli agenti, ma anche semplicemente per determinati parametri e cifre sui trasferimenti che spesso hanno stravolto l’intero mondo del calcio. E del calciomercato, dunque. La Fiorentina nelle ultime ore si è occupata della questione da vicino. Sul suo sito ufficiale, infatti, il club viola ha diramato un comunicato ufficiale, pubblicando un decalogo di proposte tramite cui rendere il sistema più sostenibile. Nulla di male, sia chiaro, ma la cosa ha scatenato la risposta, a distanza di 24 ore da parte dell’assoagenti.

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Juventus, per Arthur arriva la smentita: ecco cosa sta succedendo

Assoagenti replica alla Fiorentina: il nuovo comunicato

Decalogo Fiorentina, replica UFFICIALE | "Chiari errori di interpretazione"
Commisso © LaPresse

Proprio assoagenti, infatti, ha diramato un comunicato di risposta proprio al club viola, eccolo di seguito: “Dopo il comunicato ufficiale da parte della Fiorentina, ci vediamo costretti, per l’ennesima volta a dover replicare. Noi abbiamo riassunto la nostra politica associativa in una recente intervista in cui abbiamo evidenziato di essere stati i primi a chiedere trasparenza”.

La disamina prosegue in maniera più distesa: “Apprezziamo la volontà collaborativa della società Fiorentina pur sottolineando come il decalogo pubblicato mostri chiari errori di interpretazione del ruolo degli agenti e di interpretazione dei regolamenti attuali scritti ed emanati dalla FIFA ed accettati dalla Figc di cui la Fiorentina fa parte integrante”. Poi l’auspicio finale per un obiettivo comune all’interno del mondo del calcio: “Sollecitiamo un dibattito aperto e costruttivo con i club per migliorare il sistema di cui anche noi come categoria facciamo parte”.