Juventus, Capello: “Allegri pigro, che errore tornare. Aveva il Real…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:22

L’ex allenatore della Juventus Fabio Capello mai banale quando dice la sua: stavolta lo fa con Allegri e il cammino bianconero in Champions

La Juventus ha chiuso la prima parte di stagione in crescendo, pian piano accorciando le distanze dal quarto posto o comunque dalle posizioni di testa. La questione scudetto resta al momento fuori dalla portata dei bianconeri, ma l’obiettivo Champions League è tornato concreto.

fabio capello juventus allegri
Fabio Capello © LaPresse

LEGGI ANCHE >>> Sogno dal PSG o colpo a zero: Cherubini prepara i regali sotto l’albero

Le difficoltà che Massimiliano Allegri sta incontrando nella sua seconda avventura juventina sono innegabili e sotto gli occhi di tutti, a partire dai problemi di calciomercato in estate con l’addio di Cristiano Ronaldo un po’ tardivo. I sostituti non si sono rivelati all’altezza, i bianconeri faticano a trovare il gol con regolarità, anche se ultimamente qualcosa è migliorato. A centrocampo manca qualità e giocatori costosi non stanno rendendo. Poi le questioni extra-campo che potrebbero aver magari minato qualche certezza. Anche se contro il Cagliari Allegri ha raggiunto le 252 vittorie di Capello, che ha ammesso di rivedersi un po’ nel mister di Livorno.

Capello ad Allegri: “Un errore tornare alla Juventus, ma è pigro…”

Massimiliano Allegri © LaPresse

LEGGI ANCHE >>> Caos totale in Premier League, Conte e Guardiola sbottano: “Sciopero!”

Fabio Capello, ex allenatore della Juventus e attualmente opinionista, di certo non le manda a dire quando si tratta di esprimere un parere: “Confermo che per Allegri tornare a Torino è stato un errore. Avevo detto che sarebbe diventato un ombrellone, avrebbe attirato tutte le critiche. E così è stato”. Ma non si tratta di campo: “Ha impiegato un po’ per capire cosa fare ma la strada scelta è la migliore. Ha sbagliato la decisione, aveva un’offerta del Real ed era il momento ideale per andare a Madrid”. E perché non è andato? “La Juve – continua Capello a ‘La Gazzetta dello Sport’ – era una scelta comoda. Max mi sembra un po’ pigro, non ha grande interesse a muoversi, preferisce avere Livorno vicina”.

Intanto la Juventus, che ha chiuso il girone d’andata al quinto posto a -4 dall’Atalanta, dovrà anche affrontare il Villarreal agli ottavi di Champions League: “Partita molto difficile, con una squadra che è cresciuta molto e ha un allenatore, Emery, sempre molto bravo in Coppa. Sono favoriti gli spagnoli”. Servirà qualcosa dal mercato: “Allegri cerca un uomo che faccia girare la squadra in mezzo al campo. Locatelli ottimo, ma mi pare più una mezzala. Allegri resta uno dei migliori allenatori degli anni 2000, ma il numero uno è Ancelotti”.