Milan-Napoli, Pioli: “Theo Hernandez più no che sì”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:10

Vigilia di Milan-Napoli, parla in conferenza stampa l’allenatore rossonero Stefano Pioli: le sue dichiarazioni salienti

Il weekend di campionato propone una grande sfida, quella tra Milan e Napoli. Formazioni incerottate entrambe, ma che vogliono lanciare un segnale, dopo un grande avvio, rispondendo all’Inter che tenta la fuga.

Milan-Napoli, la conferenza stampa di Pioli
Stefano Pioli (screen shot)

Stefano Pioli, tecnico milanista, non vuol far scappare i ‘cugini’ e presenta il match in conferenza stampa a Milanello a partire dalle 14.15. Calciomercato.it seguirà per voi le sue dichiarazioni principali sulle ultime di formazione in casa rossonera.

AFFRONTARE DIFESE ALTE – “Dobbiamo abituarci, chi ci affronta è molto attento e cerca di metterci in difficoltà. Dobbiamo essere lucidi e fare le scelte giuste per essere efficaci”.

TABU’ NAPOLI E SPALLETTI – “Non sapevo né dei numeri del Milan col Napoli né dei miei con Spalletti, magari domani invertiremo la tendenza”.

FUGA INTER – “Non si può parlare ancora di fuga, stanno confermando le loro qualità ma i campionati non si vincono a dicembre. L’anno scorso eravamo noi in testa fino all’inizio del girone di ritorno, dobbiamo puntare a dare sempre il massimo. Vogliamo fare meglio dell’anno scorso, poi vedremo dove saremo”.

TONALI – “Crescita evidente da parte sua, può migliorare ancora di più nelle letture offensive e difensive. Siamo un gruppo, non abbiamo un solo giocatore decisivo”.

CALO IN CLASSIFICA – “Avevamo corso in maniera esagerata prima, l’Inter ha recuperato in seguito. Ma non facciamo la corsa contro nessuno, solo con noi stessi. Sappiamo che le ultime gare non sono state le migliori, dobbiamo tornare ad alzare il livello domani”.

INFORTUNI – “Lavoriamo per trovare soluzioni, abbiamo analizzato i problemi avuti a novembre incrementando prevenzione e lavoro di recupero. Mi aspetto dei miglioramenti e un atteggiamento sempre più prudente da parte dei giocatori. Giocando così spesso è facile che qualcuno salti sette-otto partite in una stagione, ma la situazione può migliorare”.

THEO HERNANDEZ – “La squadra ha risposto in questi giorni come mi aspettavo, abbiamo lavorato sulle ultime situazioni difficili. Si sono allenati tutti molto bene, a parte Theo Hernandez che ha avuto qualche problema e una sindrome influenzale. Ha sempre lavorato in palestra, a oggi è più no che sì ma avremo ancora un po’ di tempo per decidere”.

SOSTA INVERNALE E RICHIAMO – “Dobbiamo essere molto attenti da tutti i punti di vista. L’anno scorso il calo è stato anche abbastanza normale visto il nostro processo di crescita. La pausa non permetterà di recuperare particolarmente e di lavorare in maniera diversa e specifica, a gennaio avremo subito partite molto importanti”.

COPPA D’AFRICA – “Non ho elementi per esprimermi, la società deciderà per il meglio in base al livello di sicurezza per i nostri giocatori”.

NAPOLI – “La sconfitta con l’Empoli è venuta fuori dal risultato, ma non dalla prestazione, ha giocato bene creando molte occasioni. Mi aspetto una squadra determinata che punterà a vincere uno scontro diretto”.

Domanda di Calciomercato.it sui trequartisti: viste le assenze di Rebic e Leao, chi può dare maggiormente una mano dalla panchina? “E’ una bella domanda. Bisogna scegliere i giocatori migliori per iniziare la partita e quelli per subentrare, avendo alternative e caratteristiche diverse per invertire il trend se il piano strategico della partita non dovesse funzionare”.

CHIAVE TATTICA – “Giocano in maniera speculare rispetto a noi ma fino a un certo punto, hanno un centrocampo molto dinamico. La qualità tecnica e della scelta giusta farà la differenza”.

PRIMAVERA – “Conosco bene i ragazzi, si allenano con noi e crescono bene. Speriamo che qualcuno possa arrivare in prima squadra”.