“Dybala al Bayern Monaco”: la rivelazione di calciomercato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50

Dybala nel mirino del Bayern Monaco: l’ammissione sul numero 10 della Juventus. Tutti i dettagli

La Juventus sta ritrovando il miglior Paulo Dybala. Il numero 10 bianconero è reduce da due gol consecutivi in campionato e anche questa sera, contro il Malmoe, guiderà l’attaccante della squadra di Allegri. In attesa del rinnovo del contratto ancora in scadenza nel prossimo giugno.

"Dybala al Bayern Monaco": la rivelazione di calciomercato
Paulo Dybala © LaPresse

“La società in questo momento ha altre cose di cui parlare e da risolvere, quindi il rinnovo adesso può aspettare”. Nel post partita di JuveGenoa l’argentino si è espresso così sulla trattativa per il prolungamento del contratto. Le parti sono comunque vicine e il rinnovo non è più in dubbio. In bilico, però, Dybala c’è stato in diverse sessioni di calciomercato, e in un’intervista rilasciata a ‘Tuttosport’ l’ex dirigente del Bayern Monaco Karl-Heinz Rummenigge ha anche ammesso: “Quando Dybala era a Palermo, prima del passaggio alla Juventus, lo valutammo parecchio anche noi. È un talento formidabile, però alterna alti e bassi”.

LEGGI ANCHE >>> ESCLUSIVO | Juventus, novità importanti sulla ‘carta Ronaldo’

“Se fossi ancora dirigente chi prenderei? Lautaro Martinez. – ha rivelato l’ex Inter – È davvero forte, ma siccome il mio cuore è un po’ interista ho sempre cercato di non acquistare giocatori nerazzurri. Con il mio amico Marotta abbiamo fatto diverse operazioni ai tempi della Juve: Vidal, Coman…”

Rummenigge: “Chiellini futuro da dirigente. E su Chiesa…”

"Dybala al Bayern Monaco": la rivelazione di calciomercato
Rummenigge © LaPresse

L’ex Inter ha poi parlato del possibile futuro da dirigente di Giorgio Chiellini: “Glielo auguro. Oltre che un campione, è una persona per bene e preparata: l’ho appurato di persona anni fa quando Giorgio venne a Monaco per curarsi dal medico del Bayern. Personaggi come lui fanno la differenza in campo e possono farla anche come dirigenti. L’importante sarà dargli responsabilità, esattamente come ha fatto il Bayern con me. Spesso, purtroppo, i club puntano sugli ex giocatori per far bella figura con i tifosi”.

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Udinese, esonerato Gotti: quattro nomi per la panchina

Chiesa è diverso da Ribery e Robben, anche se in qualche strappo un po’ ricorda Arjen. Ha dribbling e tiro. È vero, al Bayern avevamo pensato a lui quando era alla Fiorentina. – ha concluso Rummenigge – Adesso io non sono più dirigente, ma credo che come ali siano a posto: Coman, Sané, Gnabry, Musiala…”.