PAGELLE E TABELLINO ATLETICO MADRID-MILAN 0-1 | Provvidenza Messias, Suarez un fantasma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:55

Pagelle e tabellino di Atletico Madrid-Milan, match valido per la quinta giornata della fase a gironi di Champions League

Alla fine il Milan porta a casa la vittoria grazie a Junior Messias. I rossoneri battono l’Atletico Madrid e restano in corsa per la qualificazione agli ottavi di finale

pagelle atletico milan messias
Junior Messias ©LaPresse

Tra i promossi, oltre all’ex Crotone, c’è anche Franck Kessie. Male Suarez ma anche Giroud e Bakayoko.

Ecco i voti:

ATLÉTICO MADRID

Oblak 6 – Non è chiamato ad alcun intervento decisivo. Un match da spettatore per il numero uno dei Colchoneros. Fa un miracolo su Ibra ma il guardalinea aveva alzato la bandierina. Non può nulla su Messias

Savić 6 – Partita attenta per l’ex Fiorentina. Si supera quando salva tutto su tiro a botta sicura di Bakayoko. Anche lui, però, è tra i responsabili del gol di Messias.

Giménez 5 – Roccioso e spesso falloso. Giocare contro di lui è sempre complicato e Giroud non la vede mai. Si perde Messias in occasione del gol.

Hermoso 6 – Partita sotto controllo per il difensore di Simeone che non soffre mai contro gli attaccanti del Milan. Dall’64’ Lodi s.v

Llorente 5 – Pensa solo alla fase difensiva ma con Theo soffre tanto e in avanti si fa vedere davvero poco.

Lemar 5,5 – Si mette in mostra con l’unico tiro in porta, in un’ora di gioco, dell’Atletico. Più quantità che qualità. Dal 64′ Correa 5,5 – Il suo ingresso in campo non porta i frutti sperati da Simeone, con l’Atletico

Koke 5 – Match nervoso per il centrocampista di Simeone, graziato dall’arbitro per una serie di falli.

De Paul 5 – Gioca troppo lontano dalla porta per riuscire ad incidere come sa. Sembra non essere un calciatore per il Cholito. Dal 77′ Vrsaljko s.v.

Carrasco 5,5 – E’ chiamato a giocare a tutta fascia. L’esterno di un centrocampo a cinque non è proprio il suo ruolo e si vede.

Suárez 4 – Una partita completamente anonima per il bomber uruguaiano mai davvero pericoloso. Annullato dai centrali del Milan – Dal 78′ Cunha s.v.

Griezmann 5 – Fa meglio del compagno di reparto ma fa poco per impensierire davvero il Milan. Bocciato anche lui. Dal 80′ Kondogbia s.v.

All.: Simeone 5 – Se pensi solo a difendere, è giusto che alla fine tu venga punito. La sua squadra fa poco per portare a casa la vittoria.

MILAN
Tătărușanu 6,5 – Il più grande intervento lo compie a gioco fermo. E’ attento su tiro di Lemar ad inizio ripresa e poi su de Paul.

Kalulu 6 – Il giovane francese non è più una sorpresa. Gestisce bene le due fasi, senza grossi affanni. Dal 65′ Florenzi 6 – Entra in campo per dare un maggiore apporto in fase offensiva. Si mette in evidenza con un tiro da fuori che mette i brividi a Oblak.

Kjaer 7 – Partita da leader per il centrale danese, che annulla gli attaccanti dell’Atletico Madrid

Romagnoli 7 – Come. il compagno di reparto è perfetto, Suarez e Griezmann non la vedono mai.

Hernández 6,5 – Le sue folate in avanti non sono sempre efficaci ma stasera è anche concentrato in difesa, dove non soffre mai.

Tonali 6,5 – E’ lui a spingere il Milan quando i compagni appaiono timidi. Gioca a testa alta e non ha paura di prendersi le responsabilità. Si spinge in avanti, cercando gloria sulla fascia. Dal 65′ Bakayoko 5 – Bastano pochi secondi per farsi ammonire. Non riesce a mettere dentro il pallone servito da Messias che non sembrava così complicato.

Kessie 7 – Trotterella in mezzo al campo per più di un’ora. Nelle ultime partite, come in questa, dà la sensazione di non dare mai quanto dovrebbe e potrebbe. Nel finale torna ad essere decisivo con l’assist per Messias. Al Milan però servono più giocate come queste dall’ex Atalanta.

Saelemaekers 6 – Vaga per il campo, non riuscendo ad incidere come dovrebbe fino a quando non è spostato sulla sinistra, dove ritrova dei punti di riferimento chiari che lo aiutano a rialzare la testa.

Díaz 6,5 – La forma fisica cresce. E’ lui ad accendere la luce nel corso del primo tempo. Per i difensori rocciosi dell’Atletico non è facile contrastarlo. Dal 78′ Bennacer s.v.

Krunić 5 – Dopo un buon inizio dove pressa tutto e tutti, non facendo respirare gli avversari, cala con l’andare della partita, non riuscendo più a rendersi utile. Dal 65′ Messias 8 – Ci mette pochi secondi a scrollarsi di dosso l’emozione della Champions. Serve un gran passaggio a Bakayoko ma il compagno spreca. Da lì mette in campo tutte le sue qualità, prova la giocata con continuità, che va spesso a buon fine. Si trasforma nell’uomo della provvidenza con un gol che fa impazzire i tifosi rossoneri.

Giroud 5 – Prende un’ammonizione inventata. Da quel momento appare nervoso, sono più i falli che le giocate. Esce per infortunio. Dal 65′ Ibrahimovic 6 – Ci mette il fisico e la personalità che serve in partite importanti come quella di stasera. La giocata importante riesce a piazzarla con il passaggio in profondità per Messias.

All. Pioli 7,5 – Il suo Milan è ancora in corsa nonostante le tante assenze. Il merito è soprattutto suo. Stasera tira fuori il coniglio dal cilindro con Junior Messias, calciatore in cui ha sempre creduto.

Vinčić 5,5 – Gestione dei cartellini davvero discutibile. Esagerata l’ammonizione per Giroud. Nel primo tempo mancano un paio di cartellini gialli a Koke e de Paul.

TABELLINO
ATLETICO MADRID-MILAN 0-1

ATLÉTICO MADRID (3-5-2): Oblak; Savić, Giménez, Hermoso; Llorente, Lemar, Koke, De Paul, Carrasco; Suárez, Griezmann. A disp.: Lecomte; Lodi, González, Vrsaljko; Herrera, Kondogbia; Correa, Cunha. All.: Simeone.

MILAN (4-2-3-1): Tătărușanu; Kalulu, Kjær, Romagnoli, Hernández; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Díaz, Krunić; Giroud. A disp.: Desplanches, Mirante; Ballo-Touré, Florenzi, Gabbia; Bakayoko, Bennacer, Messias; Ibrahimović, Leão, Maldini. All.: Pioli.

Arbitro: Slavko Vinčić (SLO).
GOL: 87′ Messias (M)
AMMONITI: 27′ Giroud (M), 60′ Llorente (A), 68′ Bakayoko (M)
ESPULSI: