La rivelazione di Danilo: “Ronaldo lo sa! Curioso di vederlo giocare di piu”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:02

Le parole del terzino della Juventus Danilo su Cristiano Ronaldo e i compagni di squadra e connazionali, Alex Sandro e Kaio Jorge

Lunga intervista rilasciata da Danilo a ‘Goal Brasile’. Il terzino della Juventus ha parlato dell’addio di Cristiano Ronaldo. Parole importanti poi per i due connazionali Alex Sandro e Kaio Jorge.

Danilo si confessa: tra Ronaldo e Kaio Jorge
Danilo ©LaPresse

CR7 ha lasciato la squadra bianconera negli ultimi giorni di calciomercato, lasciando un po’ spiazzati i tifosi. Il club ha deciso di puntare su Kean per rafforzare il reparto offensivo ma di fatto il portoghese non è stato sostituito e l’assenza si sta sentendo:

“Qualsiasi squadra dalla quale se ne è andato, ha sofferto la sua mancanza – afferma Danilo -. Gli anni passano e lui e ancora dominante. I numeri non mentono. Ogni occasione è un gol. Non c’e storia, non ci sono parole. E’ estremamente competitivo. Ho imparato molto insieme a lui. Si sentirà e si sente la sua mancanza, ma la Juventus ha la capacita e il DNA per rimettersi in piedi, con tanto lavoro e sacrifcio per poter raggiungere le vittorie. E anche Cristiano lo sa”.

Kaio Jorge predestinato

Alex Sandro, Arthur, Cuadrado e Morata ©LaPresse

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Juventus, Rabiot dal bianconero al… bianconero? Altra seria pretendente

Danilo parla anche dell’amico Alex Sandro – “E’ come un fratello, fa parte della mia famiglia, abbiamo creato un’amicizia diversa da qualsiasi altra cosa. Le nostre famiglie sono davvero molto vicine. Siamo grandi amici. E il padrino del mio secondo fglio. Quando sono con i suoi genitori sento quell’energia e mi trattano come un fglio, proprio come i miei genitori trattano lui. Abbiamo creato un’amicizia profonda”.

Kaio Jorge – “E’ un ragazzo che non avevo visto giocare molto. Molta gente parlava bene di lui. E’ molto calmo, sereno, laborioso e ha voglia di imparare. Quest’anno non sta avendo tanto spazio, ma ha risposto bene. E’ un giocatore che tiene bene la palla, ha tecnica ed e sopra la media, ha una tempistica di passaggio molto interessante. Sono molto curioso di vederlo giocare di più. Spero che possa adattarsi il più rapidamente possibile alla Juventus, sono sicuro che tutti sarebbero contenti di lui.”