CMIT TV | Telenovela Brozovic, Biasin: doppio annuncio su Conte e il Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

Ai microfoni della CMIT TV questa sera è intervenuto anche Fabrizio Biasin, che si è soffermato sul destino di Marcelo Brozovic 

In casa Inter piovono rinnovi, con il prolungamento di Barella dopo quello di Lautaro Martinez dei giorni scorsi. Chi invece non ha ancora siglato un nuovo accordo è Marcelo Brozovic che ha il contratto in scadenza a giugno 2022 e piace molto anche alla Juventus. Del futuro del croato e di tanto altro ha parlato Fabrizio Biasin ai microfoni della CMIT TV: “I rinnovi non significa che resteranno a vita, ma i giocatori potrebbero portare quattrini. Barella dovrebbe essere capitano l’anno prossimo, immagino avrà una lunga vita all’Inter. Brozovic chiede 8 milioni e l’Inter non può garantirglieli, ma altri club si, i soliti noti. Prima di andare via secondo me ci penserà, ma l‘Inter non può andare oltre i 6 milioni”.

Biasin a CMIT TV: Brozovic tra rinnovo, Milan e Conte
Biasin a CMIT TV

Su una suggestiva ipotesi Milan per Brozovic: “Vederlo al Milan? E’ il primo club che ha messo un tetto agli ingaggi, non penso proprio. Nel caso di Brozovic siamo vicini all’indispensabile. Barella è più forte, ma Brozovic è un giocatore veramente difficile da sostituire”.

Calciomercato Inter, Biasin e il punto su Brozovic: dal Milan a Conte

Biasin a CMIT TV: Brozovic tra rinnovo, Milan e Conte
Marcelo Brozovic in azione ©LaPresse

Biasin ha quindi continuato sull’importanza di Brozovic: “Se non arrivano a un rinnovo hanno già un giocatore pronto a sostituirlo. Le prestazioni di Brozovic coincidono con quelle dell’Inter. Credo che Conte qualche idea su qualche giocatore dell’Inter ce l’abbia. Il Tottenham però è una squadra indebitata. L’unica possibilità è Brozovic a scadenza ma gli altri non sono in partenza”. 

CONTE – “Conte non voleva mettere in discussione se stesso. Si è spaventato perchè ha detto ‘rischio di fare peggio’. Non ha accettato il rischio. Dall’altra parte va a sostituire il disastro di Espirito Santo. Mossa molto furba”.