Allegri chiede aiuto: il ‘nuovo acquisto’ per risollevare la Juventus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:07

La Juventus di Massimiliano Allegri non decolla. Il ‘nuovo acquisto’ del tecnico livornese potrebbe aiutare a riportare i bianconeri allo splendore

Un doppio ko pesante, pesantissimo, quello subito dalla Juventus in campionato. Sassuolo prima e Verona poi hanno leso le ambizioni bianconere in campionato e stroncato i tentativi di rimonta su Milan e Napoli.

Allegri chiede aiuto: il 'nuovo acquisto' per risollevare la Juventus
Allegri © LaPresse

Un momento decisamente negativo che si protrae sotto il punto di vista del gioco e dei risultati. Vittorie solo di misura in campionato, un gioco offensivo ancora a corrente fin troppo alternata e neanche la difesa resta blindata. La Juventus ha bisogno di una scossa immediata per risalire la china e per farlo necessita di una spinta non solo tecnica o tattica. La sensazione, infatti, è i bianconeri in questa fase abbiano smarrito quel mordente tipico del loro dna e che ha permesso alla Vecchia Signora di raggiungere grandi successi nell’ultimo decennio. Per questo, Massimiliano Allegri si sta avvalendo di un ‘aiuto speciale’ che non riguarda prettamente il campo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Allegri svolta: arriva il ‘migliore al mondo’

Juventus, Allegri ‘chiede aiuto’ allo psicologo: la mossa per risollevare i bianconeri

Allegri chiede aiuto: il 'nuovo acquisto' per risollevare la Juventus
Allegri © LaPresse

Il professor Giuseppe Vercelli, questo il nome dell’uomo che potrebbe contribuire a risollevare la Juventus e i suoi risultati in campo. Si tratta di colui che da anni è a capo dell’area psicologica del club. Durante l’allenamento aperto, i due sono stati immortalati a bordo campo dopo un colloquio piuttosto fitto. E non c’è niente di strano, dato che si tratta di un collaboratore della Juve ormai da tanti anni. Il rapporto con Allegri, inoltre, è piuttosto stretto dato che era accanto a lui in occasione della presentazione del suo libro. In questo momento delicatissimo, però, il messaggio alla squadra appare chiaro. È il momento di dare una svolta, che parta prima di tutto dall’atteggiamento mentale.