Pareggio indigesto per la Juventus: Allegri attacca la squadra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:34

Le parole di Massimiliano Allegri dopo il pareggio contro il Milan: l’allenatore della Juventus irritato per l’atteggiamento della squadra

La posizione di Chiesa fa infuriare Allegri: la reazione
Allegri © Getty Images

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato ai microfoni di ‘DAZN‘ dopo il pareggio per 1-1 contro il Milan: “Questa sera sono abbastanza arrabbiato per quello che è successo. La squadra ha fatto un buon primo tempo, abbiamo concesso solo un tiro a Tonali. Fino all’1-1 la partita era in totale controllo. Poi abbiamo rischiato di perderla. Purtroppo abbiamo perso quell’attenzione, determinazione… Basta vedere l’angolo quando abbiamo preso il gol. Troppa sufficienza in fase difensiva. Quando arriva quel momento dev’essere impossibile che gli altri facciano gol, devono essere proprio bravi”.

LEGGI ANCHE >>> La posizione di Chiesa fa infuriare Allegri: la reazione

La forza della Juventus – “Non sposta niente nella considerazione della forza della Juve. Questo tipo di partite, in alcuni momenti, devi essere tosto, cattivo, devi portare a casa il contrasto. Devi giocare meglio, avere attenzione. Fa parte di una crescita di alcuni giocatori. La responsabilità è mia sui cambi, li ho sbagliati. Ho sbagliato. Dovevo mettere gente più difensiva e ho sbagliato”.

Sull’eventuale sconfitta – “Stasera era importante fare risultato positivo. Il Milan in caso di vittoria c’avrebbe allontanato tanto dalla lotta scudetto. Il pareggio lascia inalterato il loro vantaggio e noi possiamo ancora recuperare. Questo pari nasce negli ultimi 15′. Vincere le partite è un discorso, ma per vincere i campionati queste partite non le puoi sbagliare. Non puoi farti gol da solo”.

Su Dybala e Morata – “Paulo molto bravo, anche Alvaro ha fatto bene ma aveva avuto indurimento all’adduttore. Nel secondo tempo bisognava mettersi un po’ più a disposizione per giocare. Nell’ultimo quarto d’ora bisognava soffrire di più. Cazzimma? Lo sapete… Bisogna portare la partita a casa, con le buone o con le cattive”.

Sull’1-1 – “Menomale che l’arbitro ha fischiato, altrimenti rischiavamo di perderla. Se negli ultimi 15′ non si mettono da parte le cose personali, pure se sono una punta mi metto a fare il terzino. Queste partite si portano a casa”.

Locatelli – “Ho capito che vi piacciono i moduli ecc. Quando giochi e vai in vantaggio negli ultimi 15′ non ci sono moduli che tengano. Devi difendere col coltello tra i denti. Se lasciamo ste robe qui, difficilmente vinceremo il campionato”.