Allegri pre Napoli-Juve: “I sudamericani restano a casa. Ecco come sta Chiesa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00

Massimiliano Allegri parla in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Juventus: ecco le dichiarazioni del tecnico bianconero

Conferenza Allegri: le dichiarazioni del tecnico alla vigilia di Napoli Juve
Allegri in conferenza (screenshot)

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube!

Massimiliano Allegri presenta NapoliJuventus in conferenza stampa. Domani, al Maradona, i bianconeri affronteranno la squadra di Spalletti nella gara valida per la terza giornata di Serie A. Ecco le dichiarazioni del tecnico alla vigilia. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Allegri a Calciomercato.it: “Fischi con l’Empoli? Abbiamo perso, ci dovevano applaudire? Eravamo dispiaciuti per la prestazione, ma il calcio è così. Questa falsa partenza ci metterà nelle condizioni di fare di più da subito. Senza perdere di vista il nostro obiettivo che è la vittoria”.

SUDAMERICANI – “Ho scelto di lasciare i sudamericani a casa perché rientrano tra stanotte e domattina. Cuadrado poteva venire ma ha avuto un attacco di gastroenterite ed è fermo in Colombia. Verranno con noi De Winter, Soulé e Miretti. Questo non deve creare alibi perché cercheremo di fare risultato. Abbiamo una squadra tecnica e chi ha giocato poco avrà una chance importante”.

MCKENNIE – “Ha lavorato bene, domani sarà degli undici poi dovrò valutare dove farlo giocare”.

CHIESA – “Ha avuto un risentimento muscolare. La risonanza è negativa, ma ho parlato con lui ed è tranquillo. Il rischio c’è ad entrare in una partita così e non vogliamo rischiare. De Sciglio e Pellegrini sono pronti, dovrò valutare chi far giocare”.

DIFESA A TRE – “Dovrò decidere oggi. La parola emergenza non c’è, perché avremo la formazione ideale per giocare contro il Napoli. Sono molto sereno, è stimolante perché nelle difficoltà bisogna tirar fuori qualcosa in più. Dobbiamo raggiungere l’equilibrio di una squadra forte, in cui non cambia niente qualunque cosa succede nell’arco della partita e dell’annata”.

RINCORSA CAMPIONATO – “Con calma arriviamo, non c’è fretta. Il campionato lo mettiamo in piedi un pezzetto alla volta. Gli obiettivi della Juventus sono sempre quelli di essere competitivi a marzo per lottare su tutti i fronti”.

CALENDARIO – “Questo è il calendario e bisogna accettarlo con serenità. Abbiamo 14 giocatori più tre ragazzi, quindi c’è abbondanza. I sudamericani che hanno giocato stanotte hanno finito alle 3 e mezza stanotte e arrivano domattina alle 11. Portarli a Napoli e rischiare che si facciano male ha poco senso. Riposano in vista di martedì che c’è la partita di Champions”.

KEAN – “L’ho trovato bene, è giovane. Nel PSG ha fatto diversi gol, lo abbiamo voluto e sarebbe arrivato a prescindere da Ronaldo”.

INFORTUNATI – “Ramsey in settimana dovrebbe tornare a lavorare con la squadra. Kaio Jorge ha tempi più lunghi, mentre Arthur dovrebbe iniziare a lavorare con noi a fine mese”.

NAPOLI – “È una candidata a vincere lo scudetto. Il campionato è lungo, ci sono tantissime partite. C’è tempo per recuperare, non dobbiamo farci prendere dall’ansia e dalla fretta. Dobbiamo avere lo stesso equilibrio: non esaltarsi quando tutto va bene, neanche deprimerci quando vanno male le cose”.