CMIT TV | Juventus, Barillà: “Pjanic non era tra gli obiettivi. Dybala-Griezmann…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:29

Antonio Barillà ha parlato alla CMIT TV del mercato della Juventus: dallo scambio Dybala-Griezmann al futuro di Ronaldo e Pjanic

Antonio Barillà, giornalista de La Stampa è intervenuto alla CMIT TV per parlare del mercato della Juventus. Si parte dall’ipotesi di scambio Dybala-Griezmann lanciata da L’Equipe: “Nessun riscontro e credo che ci siano anche smentite spagnole. Se Dybala non dovesse rinnovare, un’operazione di questa natura deve essere considerata per non perderlo a zero, un rischio enorme per la Juve. Al momento si sta lavorando nella direzione del rinnovo di contratto”.

RONALDO – “La Juventus per Ronaldo sta ancora aspettando, in senso di positività. Non avendo ricevuto un segnale, lo aspettano in ritiro. Più passa il tempo più si va verso la conferma, ma il famoso messaggio criptico non corrisponde ad una diversa volontà espressa ad un dirigente della Juventus. Unica possibilità è se Mbappe va al Real Madrid e si libera il posto al Psg. La Juve ha due piani: con o senza Ronaldo, ma attualmente non ci sono riscontri sulla volontà di Ronaldo di lasciare Torino”. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, intreccio Paratici-Atalanta. Agnelli spera: parla Percassi

PJANIC – “Per lui tornare alla Juventus sarebbe una soluzione gradita. Non è però un obiettivo della Juventus, finché non si infortuna Arthur e non va via Ramsey. Non è una trattativa, è un’idea. Nella lista degli obiettivi, Pjanic non c’era”.

DEMIRAL – “La legittima aspirazione del calciatore a giocare con continuità coincide con la valutazione della Juventus che sa di avere un tesoretto la cui gestione sarebbe attutita a livello tecnico. Queste due esigenze suggeriscono che a fronte di un’offerta importante di mettere nel conto la cessione di Demiral”.

Gabriel Jesus
Gabriel Jesus © Getty Images

Calciomercato Juventus, Barillà su Icardi e Gabriel Jesus

FORZA DELLA JUVE – “Bisognerà valutarla. Sarri uno scudetto lo ha vinto, c’è stato un problema di mentalità più di qualità del tecnico. Su Pirlo, invece, occorre fare chiarezza. Pirlo era un allenatore inesperto, ma se accetti una scommessa di questo tipo devi considerare la necessità di avere il tempo di trovare modi di rapportarsi allo spogliatoio e provare delle tattiche. La squadra dello scorso anno era zoppicante in regia ed aveva problemi di concentrazione”.

GABRIEL JESUS E ICARDI – “I nomi sono quelli. Se Ronaldo va via autonomamente, la Juve proverà per Gabriel Jesus, soprattutto per la possibilità di prenderlo in prestito. Se, invece, Ronaldo al Psg implica la necessità di inserire Icardi, la Juventus lo valuta: non è un ripiego”.