CMIT TV | Urs Althaus: “Il mio cuore è diviso a metà. L’Italia può vincere l’Europeo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:30

Ai microfoni di CMIT TV per lo Speciale Europeo di questa sera è intervenuto Urs Althaus, storico Aristoteles dell’Allenatore nel Pallone 

L’attore Urs Althaus, noto soprattutto per la magistrale interpretazione di Aristoteles ne ‘L’Allenatore nel Pallone’ è intervenuto stasera a CMIT TV per lo Speciale Europei: “Questa sera il mio cuore è diviso a metà. Penso che Embolo sia un grande talento e sono molto curioso di vederlo giocare stasera. Sono onorato di ricevere tutto questo amore dall’Italia. Ringrazio tutti. Lino Banfi mi ha mandato un messaggio due settimane fa”. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

SCENA PREFERITA – “Quella che ho fatto contro la Roma. Il mio sogno di fare il calciatore mi è stato tolto e qualche anno dopo ho avuto la possibilità di interpretare Aristoteles e giocare tutta una giornata con campioni come Ancelotti e Pruzzo è stato un sogno. Al regista io dissi ‘vorrei giocare’ e mi rispose ‘facciamo tre prove’. Il grande Ancelotti è venuto da me e mi ha detto ‘tu non giochi male’. Dopo i suoi consigli la seconda prova è andata a buon fine. Un’altra scena è stata con Lino Banfi dove lui cantava prima della partita. Lino mi telefonò e mi disse ‘vorrei fare quella scena con emozioni vere’. Lino ha anticipato il tema del razzismo tanti tanti anni fa”.

ITALIA –Penso che l’Italia possa vincere l’Europeo. Il mio cuore è come la mamma di Xhaka perchè lei ha due figli uno per la Svizzera e una per l’Albania. Io sento un qualcosa di simile. Vorrei che vincesse il migliore. Quando vidi Immobile al Borussia ho pensato che somigliasse ad Aristoteles alla Longobarda. Da quel momento sono sempre stato suo fan”.