CM.IT | Donnarumma-Psg, manca ancora qualche tessera del puzzle: ecco quali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:43
Donnarumma-Psg: manca ancora qualche tessera del puzzle. Le ultime di CM.IT
Donnarumma © Getty Images

Donnarumma-Psg fronte caldo: mancano ancora alcuni pezzi per chiudere il puzzle, mentre la Juve resta in attesa di Szczesny

Gigio Donnarumma non andrà al Barcellona. Questa sembra essere una delle poche certezze che stanno maturando, col trascorrere delle ore, sul futuro del portiere della nazionale, dopo il suo addio al Milan.

Secondo quanto appreso da Calciomercato.it, se è vero che il Psg è la squadra che ha le chance migliori di aggiudicarsi l’estremo difensore della Nazionale, c’è con un quadro ancora da definire. Fonti vicine alla dirigenza parigina hanno svelato a Calciomercato.it come i vertici del club transalpino stiano lavorando con Mino Raiola per cercare la migliore soluzione possibile. Ci sono, però, diversi pezzi del puzzle ancora da incastrare, con ipotesi Juventus che, quindi, resta ancora assolutamente viva. Anche il club di Parigi si trova, infatti, nella necessità di trovare una quadra con Areola (anche egli assistito da Raiola) e soprattutto Keylor Navas (in orbita Jorge Mendes e fresco di rinnovo). Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

Leonardo dirigente Psg
Leonardo © Getty Images

Donnarumma-Psg, closing non imminente: la Juve aspetta Szczesny

Questo è il motivo per cui si parla di pezzi ancora da incastrare. Così come, per il club bianconero, c’è da inquadrare il futuro di Szczesny: finora, il portiere polacco non ha riscontrato soluzioni di suo gradimento e l’alto ingaggio da 7 milioni l’anno ne impedisce una facile collocazione.

LEGGI ANCHE >>> CMIT TV | Juventus, Della Valle: “CR7 vuole andarsene. Ecco la priorità di Allegri”

Uno scenario che resta aperto: si allungano, quindi, i tempi per una soluzione che potrebbe essere trovata anche ad Europeo in corso. Non appaiono, invece, problematiche le questioni legate ai bonus d’ingresso ed alle commissioni per l’entourage di Donnarumma. L’ingaggio sul quale si lavora resta superiore a quello percepito al Milan, sia in ottica Psg sia in quella Juve.