PAGELLE E TABELLINO INTER-SAMPDORIA | Hakimi duracell, disastro Adrien Silva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:54
Inter Sampdoria
Festa Inter ©Getty Images

Pagelle e tabellino di Inter-Sampdoria, match del ‘Meazza’ valido per la 35° giornata del campionato di Serie A. Pokerissimo della squadra di Conte, doppietta per Sanchez

Festa a tutto tondo per l’Inter nella prima uscita da campione d’Italia. La squadra di Antonio Conte travolge per 5-1 la Sampdoria nell’anticipo della 35° giornata di Serie A, trascinata dalla doppietta di Sanchez e dallo scatenato Hakimi. Gagliardini apre subito le danze, c’è gloria anche per il neo-entrato Pinamonti nella ripresa. Lautaro Martinez dal dischetto firma il pokerissimo in favore dei nerazzurri. Samp mai in partita, malissimo Adrien Silva e Tonelli. Keita salva l’onore con il guizzo della bandiera. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Marotta annuncia: “Prossima settimana i colloqui”

Le pagelle di Inter-Sampdoria: Sanchez ‘Maravilla’, incubo Tonelli

Inter Sampdoria Gagliardini
Gagliardini a segno ©Getty Images

Handanovic 5,5 – Incerto sul tap-in di Candreva, prima che Keita ribadisca nel sacco (46′ Radu 6 – Esordio in campionato senza subire reti per il giovane rumeno).

D’Ambrosio 6 – Fa il suo e di tanto in tanto si sovrappone ad Hakimi.

Ranocchia 6,5 – Ordinato nel cuore della difesa interista. Ad inizio ripresa prova l’eurogol in sforbiciata.

Bastoni 6 – Un po’ passivo su Candreva in occasione del gol del 2-1 della Samp. Per il resto normale amministrazione.

Hakimi 7,5 – Pendolino a tutta fascia, sgasa sulla destra e non si ferma un attimo. Serve una gran palla per il raddoppio di Sanchez e partecipa attivamente al poker realizzato da Pinamonti. Duracell.

Vecino 5,5 – Si vede poco, la condizione non può essere delle migliori. Tornava titolare dopo oltre un anno.

Eriksen 6,5 – A tutti gli effetti regista dell’Inter in assenza di Brozovic. Scelte sagge, dà ordine con intelligenza (55′ Brozovic 6 – Gestisce le operazioni senza affanno).

Gagliardini 7 – Attore protagonista del primo tempo. Firma la zampata che sblocca la gara per il terzo centro personale in campionato. Si fa apprezzare anche per la rifinitura a Sanchez nel gol del 2-0 (61′ Barella 6,5 – Subito nel vivo della partita con l’assist a Pinamonti).

Young 6,5 – Intraprendente a sinistra, regala a Gagliardini la palla del vantaggio.

Sanchez 7,5 – Parte un po’ a rilento, poi si scatena. Doppietta d’autore e giocate d’alta scuola per il funambolo cileno. ‘Maravilla’. (55′ Pinamonti 7 – Conte gli dà finalmente un po’ di spazio e il giovane centravanti ne approfitta subito, firmando la prima rete ufficiale con la maglia dell’Inter. Capitalizza al meglio l’assist di Barella e si emoziona dopo l’abbraccio dei compagni).

Lautaro Martinez 6,5 – Un po’ in ombra nella prima parte, decisamente meglio al ritorno in campo dopo l’intervallo. Trova con freddezza la via del gol dal dischetto: sono 16 in campionato, niente male. (73′ Sensi 6 – I suoi piedi buoni a gestire la sfera nel finale di partita).

All. Conte 7,5 – Non molla di una virgola, neanche a scudetto acquisito. Vuole i suoi sempre sul pezzo e nonostante l’ampio turnover l’Inter dà spettacolo in campo. Festeggia come meglio non potrebbe la prima uscita da campione d’Italia.

SAMPDORIA

Audero 5 – Prende una caterva di gol, l’Inter non ha pietà. Non sempre irreprensibile.

Bereszynski 5 – Si fa sorprende subito da Young nel vantaggio nerazzurro.

Tonelli 4,5- In perenne difficoltà quando viene puntato. Male nelle letture sugli inserimenti avversari (46′ Yoshida 5,5 Con lui in campo le cose non migliorano).

Colley 5 – Un paio di anticipi degni di nota, ma non si salva neanche il possente gambiano.

Augello 5 – Quando spinge è un fattore per la Samp. Dietro, però, soffre maledettamente le incursioni di Hakimi.

Candreva 5 – L’ex col dente avvelenato non brilla nel pomeriggio di San Siro.

Thorsby 5 – Fatica a rifornire le punte, piuttosto macchinoso (46′ Ekdal 5,5 – Poche idee in mezzo cal campo).

Adrien Silva 4,5 – Assente nelle due fasi, non trova mai il bandolo della matassa. In più, procura ingenuamente il penalty del 5-1 interista. Disastroso.

Jankto 5,5 – Suo il cross nell’azione che porta alla rete di Keita (46′ Damsgaard 6 – Qualche guizzo isolato, ha talento e si vede).

Ramirez 5 – Fuori dalla manovra, nessun lampo. Il mancino albiceleste non inventa e delude (46′ Verre 5,5 – La Samp non lo aiuta, lui la vedo poco sulla trequarti).

Keita 6,5 – Da ex lascia il segno ritrovando il gol, che alla fine serve solo per le statistiche e il morale visto l’epilogo del match (73′ Quagliarella 5,5 – Non gli arriva la palla giusta).

All. Ranieri 4,5 – Sampdoria già in vacanza, che non oppone resistenza all’Inter. Rimedia una brutta figura nel giorno della festa scudetto dei nerazzurri.

Arbitro: Ayroldi 6 – Quasi un’amichevole, non ha molto lavoro. Il VAR gli viene in soccorso sul mani di Adrien Silva.

TABELLINO

INTER-SAMPDORIA 5-1
4′ Gagliardini; 26′ e 36′ Sanchez; 34′ Keita (S); 62′ Pinamonti; 70′ Lautaro Martinez

Inter (3-5-2): Handanovic (46′ Radu); D’Ambrosio, Ranocchia, Bastoni; Hakimi, Vecino, Eriksen (55′ Brozovic), Gagliardini (61′ Young); Sanchez (55′ Pinamonti), Lautaro Martinez (73′ Sensi). Allenatore: Antonio Conte
A disposizione: Padelli, de Vrij, Skriniar, Darmian, Perisic, Lukaku

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Tonelli (46′ Yoshida), Colley, Augello; Candreva, Thorsby (46′ Ekdal), Adrien Silva, Jankto (46′ Damsgaard); Ramirez (46′ Verre), Keita (73′ Quagliarella). Allenatore: Claudio Ranieri
A disposizione: Ravaglia, Letica, Regini, Askildsen, Ferrari, Leris, Gabbiadini, Torregrossa

Arbitro: Ayroldi (sez. Molfetta)
VAR: Orsato
Ammoniti: Tonelli (S), Adrien Silva (S)
Espulsi:
Note: recupero 0′ e 0′