Calciomercato Juventus, il Milan ci pensa: suggestione scambio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:20
Paolo Maldini
Maldini © Getty Images

Le strade di Juventus e Milan potrebbero incrociarsi sul calciomercato: i rossoneri possono soffiare un obiettivo ai bianconeri con uno scambio

Con la vittoria contro il Parma il Milan ha ripreso la sua marcia verso la Champions League. L’obiettivo per i rossoneri sembra più vicino ma decisive saranno le ultime otto partite di campionato. Entrare tra le prime quattro significa tornare nella principale competizione europea e garantirsi un importante introito economico.

Ovviamente ripercussioni ci saranno anche sul mercato dove la strategia di Maldini non cambia: il giusto mix tra giovane ed esperti per poter ben figurare in Champions e magari dare l’assalto più concreto allo Scudetto. In attesa di capire cosa accadrà con i rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu, un aspetto non certo secondario, e ormai chiuso quello di Ibrahimovic, i rossoneri vogliono garantirsi una maggiore qualità anche a centrocampo dove quest’anno hanno spesso pagata la prolungata assenza di Bennacer. Proprio l’algerino potrebbe finire al centro di uno scambio con il Chelsea. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube 

LEGGI ANCHE >>> Parma-Milan, Pioli rivela: “Ecco cosa ha detto Ibrahimovic a Maresca”

Jorginho
Jorginho © Getty Images

Calciomercato Milan, suggestione scambio Bennacer-Jorginho

Come riferisce ‘elgoldigital.com’, infatti, Milan e Juventus sono sulle tracce di Jorginho, insieme all’Atletico Madrid. L’italo-brasiliano non ha nascosto il desiderio di tornare in Italia e i rossoneri potrebbero avere la carta giusta per convincere il Chelsea. I ‘Blues’, infatti, sono interessati proprio a Bennacer.

La valutazione dei due calciatori è simile e quindi potrebbe essere imbastito uno scambio alla pari che accontenterebbe tutte le parti in causa. Soltanto una suggestione al momento perché, come ha detto anche Pioli nel post gara contro il Parma, la squadra ha la necessità di pensare al campo ed, invece, si sta parlando troppo di futuro.