Calciomercato Juventus, suggestione Gasperini | Il tecnico allo scoperto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:13
Calciomercato Atalanta, Gasperini a Napoli senza Champions
Gasperini © Getty Images

Gian Piero Gasperini torna a parlare del suo futuro e risponde anche alle indiscrezioni e le suggestioni su un suo approdo alla Juventus

La sua Atalanta continua a far stropicciare gli occhi dell’Europa da ormai tre stagioni, tra Champions ed Europa League. Una crescita costante della Dea, che ha reso orgogliosi i propri tifosi e non solo, con un condottiero come Gian Piero Gasperini che ha trovato la sua dimensione. Non solo, perché il tecnico friulano ha trovato anche la sua big dopo l’avventura andata male con l’Inter. I colori non sono cambiati, ma sicuramente le gesta della sua Atalanta rimarranno nella storia del calcio italiano, con tanto di semifinale di Champions sfumata per una manciata di secondi.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Real Madrid-Atalanta, forti accuse a Gasperini | Attacco sui social
Gasperini © Getty Images

LEGGI ANCHE >>> CMIT TV | Juventus, Milone: “Convinti di Pirlo. Ecco il top player”. Poi l’annuncio su Dybala

Calciomercato Juventus, Gasperini e il futuro bianconero

Le voci di calciomercato però sono sempre dietro l’angolo e tra queste c’è anche la suggestione di un suo arrivo alla Juventus. In verità se ne è parlato spesso già diversi mesi fa, sui quotidiani viene rilanciato spesso il fatto che Gasp andrebbe via da Bergamo solo in caso di una chiamata della Vecchia Signora. Lo stesso mister ex Genoa ne ha parlato a ‘Radio Deejay’, rispondendo alla domanda su un possibile quinquennale alla Juve: “No, un quinquennale è troppo lungo (ride, ndr)”.

Gasperini poi commenta così l’interrogativo sulla sua permanenza con gli orobici anche il prossimo anno (il contratto è in scadenza nel 2022): “Se non mi cacciano, vediamo (ride, ndr). Dieci partite sono tante. Perché ho mandato a Siviglia il Papu Gomez? Non l’ho mandato io. Sarò sempre grato per tutto quello che abbiamo fatto in questi anni”. Infine su Pirlo: “Ho pensato che la società nei confronti dell’ex giocatore e della persona avesse una fiducia smisurata. Magari hanno l’idea che possa diventare un grande allenatore. Il fatto di conoscenze aiuta, ma l’allenatore è tutto un altro mestiere ti devi formare. Lo puoi fare in tanti modi, magari partendo dalla Juventus”.