Juventus-Benevento, Pirlo: “Senza fame fai brutte figure” | Rivelazione su Agnelli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:37
Juventus-Benevento, Pirlo:
Pirlo (Screen TV)

Le parole in conferenza stampa di Andrea Pirlo dopo il sorprendente tonfo della Juventus all’Allianz Stadium contro il Benevento

Clamoroso tonfo della Juventus in casa contro il Benevento all’Allianz Stadium. Un ko che allontana ulteriormente i bianconeri dalla vetta della classifica, con Andrea Pirlo che analizza la sorprendente sconfitta odierna contro la squadra dell’amico Inzaghi: “Questa sconfitta lascia un grande amaro in bocca. L’avevamo preparata in modo diverso, però quando non scendi in campo con il cuore e dando tutto vai incontro a queste brutte figure. Scudetto addio? Noi continuiamo a lavorare per cercare di vincere tutte le partite, anche se dopo la sconfitta di oggi sarà più difficile. Ma i nostri obiettivi non cambiano. Le parole non bastano, servono i fatti sul campo. Arthur era deluso dopo l’errore, ha avuto un calo di concentrazione”. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

Juventus-Benevento, Pirlo in conferenza: “Confronto quotidiano con Agnelli”

Andrea Pirlo

Pirlo risponde successivamente alla domanda di Calciomercato.it sugli aspetti che non hanno funzionato oggi e sulle difficoltà sotto porta di Morata: “Sono preoccupato per la sconfitta perché questa era una partita da vincere. Non bisogna guardare ad aspetti tecnici o tattici, ma all’atteggiamento sbagliato. Abbiamo commesso tanti errori, arrivavamo sempre dopo sul pallone nei contrasti. Loro hanno fatto una buona partita, mentre per noi non è stato così. Sono mancate fame e aggressività”.

LEGGI ANCHE >>>CMIT TV – Benevento, intermediario Gaich: “Interesse di club di prima fascia”

Sul futuro, Pirlo infine risponde: “Ho un confronto quotidiano con il presidente Agnelli e la dirigenza, abbiamo parlato anche dopo la partita. In queste due settimane ci sarà tempo per analizzare questa brutta sconfitta. Io devo solo continuare a lavorare, poi sarà la società a decidere sul mio futuro. Alla fine della stagione si tireranno le somme”.