Calciomercato, Allegri rompe il silenzio | Il suo annuncio sul futuro!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:16
Futuro Allegri: Roma in pole, Napoli in pressing
Allegri - Screenshot

Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni del Club di Sky Sport nel post partita di Roma-Napoli. L’ex allenatore della Juventus rompe il silenzio dopo oltre un anno

Massimiliano Allegri è stato esonerato nell’estate del 2019 dalla Juventus e da quel momento non ha avuto esperienze in panchina. Questa sera c’è stata la partita tra Roma e Napoli, due squadre che potrebbero ingaggiare il tecnico toscano la prossima estate. Allegri è intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’: “Futuro? Non so ancora niente, stasera per me è un piacere essere qui e sono venuto per fare una chiacchierata. Quando alleno vedo poche partite e mi annoio. Ultimamente mi sono rimesso un po’ a guardare le sfide immedesimandomi negli allenatori, ma non ne prendevo una”.

Aggiunge: “Ho fatto un po’ di riflessioni, credo che in questo momento qui bisogna rimboccarci un po’ tutti le maniche e che ci faccia riflettere. Credo che ci voglia equilibrio, ho avuto la fortuna di essere cresciuto fra gli allenatori vecchio stile. La parola equilibrio è fondamentale”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

Juventus, Allegri sul futuro: “Voglio rientrare a giugno”

Sulla Juventus: “L’addio è stata una cosa naturale, e mi dispiace che oggi la Juventus abbia perso, ma bisogna dare dei meriti anche al Benevento che ha fatto una partita oggi molto importante, Inzaghi è stato molto bravo a studiare questa partita. Il presidente non mi ha detto che avrebbe scelto Sarri, e sono rimasto in ottimi rapporti con Andrea Agnelli“.

Sull’ultimo anno: “Quel finale di stagione era la logica fine di un rapporto fra me e la Juventus, ci sono state delle annate meravigliose, l’ultima con l’Ajax non è andata bene, ma io sono molto legato alla Juventus, come al Milan e al Cagliari, mi affeziono alle squadre con cui sono stato”.

Ritornare alla Juve: “E’ impossibile anche dirlo, non lo so”.

Sulla gestione: “Più si alza il livello dei giocatori, più è veloce il loro apprendimento calcistico. Io ho avuto finora la fortuna di allenare tante stelle, giocatori straordinari, in questi casi l’importante è il rispetto, se lo dai, lo ricevi. Secondo me è più facile gestire giocatori così, ma comunque hai delle aziende di fronte”.

Calciomercato, nuova pretendente per Allegri: c'è il Leeds se parte Bielsa
Massimiliano Allegri ©️Getty Images

Ancora sul futuro: “È normale che mi hanno chiamato ultimamente, spero di rientrare e voglio farlo a giugno psrche mi diverto e mi manca godere delle gesta che fanno i miei calciatori”.

Sull’Inter: “Credo che l’Inter, soprattutto dopo l’uscita dalla Champions, sia una squadra che può giocarsi un quarto di finale o una semifinale di Champions”.