Real Madrid-Atalanta, Gasperini: “Quando regali gol diventa difficile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:27
gasperini atalanta
Gian Piero Gasperini

Gasperini ha parlato dopo Real Madrid-Atalanta, match di ritorno degli ottavi di Champions League

Amareggiato per l’eliminazione della sua Atalanta dalla Champions League, Gasperini ha parlato dopo la gara contro il Real Madrid: “Rifarei tutte le scelte, assolutamente. Purtroppo gli episodi dei due gol hanno compromesso questa qualificazione già difficile. Quando regali questi gol diventa ancora più difficile. Peccato, volevamo sicuramente fare meglio – spiega a ‘Sky Sport’ – Queste sono sempre epserienze fantastiche per la squadra, i calciatori, la società. Noi dobbiamo essere comunque soddisfatti, abbiamo eliminato l’Ajax e giocato in un girone difficile con il Liverpool. Zapata? Nelle ultime cinque partite ha sempre giocato degli spezzoni. Siamo partiti così e penso potesse andar bene. Potevamo fare qualcosa di meglio, Muriel in quel ruolo ha spesso fatto bene e non volevo arrivare a fine gara senza possibilità. Dobbiamo rimpiangere un po’ solo i gol che abbiam preso”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> Real Madrid-Atalanta, furia social dopo il gol: “Indecente!”

Real Madrid-Atalanta, l’analisi di Gasperini

Atalanta, Gasperini sulla presenza di Ilicic: "Non dipendiamo da lui"
Gasperini © Getty Images

Gasperini ha proseguito la sua analisi: “Adesso ci rimane il campionato fino a maggio e poi la finale di Coppa Italia. Da questa partita dovremo uscire con energie nervose da mettere in campionato. Dovremo essere al meglio per raggiungere l’Europa”.

Interrogato sulla necessità di avere più tecnica in rosa, Gasperini ha proseguito: “Questa sera si è evidenziato di più. Quando dico che non abbiamo fatto la partita che speravamo è proprio in questo senso. Non ci siamo espressi come facciamo meglio a volte. Se non trasmetti bene la palla non parli bene. Questa è la cosa che ci dispiace di più. Sono convinto che qualcosa di più preciso potevamo fare”.