Cagliari-Juventus, Pirlo: “Ronaldo arrabbiato, ma non era da rosso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:31
Cagliari-Juventus, Pirlo:
Pirlo

Arrivano le parole di Andrea Pirlo dopo la vittoria della Juventus contro il Cagliari: il tecnico si sofferma su Ronaldo

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus, è intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’ dopo la vittoria contro il Cagliari per 1-3. Di seguito, le sue parole: “Abbiamo avuto un ottimo approccio, era importante perché dovevamo partire col piede giusto e dare un’impronta alla partita. Danilo è un giocatore intelligente, sa fare molte cose, riesce sempre a fare la sua partita. Ha le qualità per giocare in mezzo al campo”.

Su Ronaldo – “Il suo intervento? E’ il classico intervento di gioco, non si è accorto di esser andato contro il portiere. Ma c’è il VAR che sa cosa fare. La partita era sotto controllo. Era arrabbiato come tutta la squadra, perché non riuscire a qualificarsi ha portato tristezza in tutto il gruppo. Non ha parlato perché lo ha fatto sul campo ed era importante fare quello”.

Sul modo di giocare – “Non era un 4-4-1-1, in fase di possesso eravamo in tre perché Cuadrado si alzava e Kulusevski veniva dentro al campo. Abbiamo ritrovato Morata dal 1′, ora che sta bene e quando giochiamo con due punte effettive giochiamo molto meglio. Difendiamo a 4 e impostiamo in modo diverso da come ci vengono a prendere gli avversari”.

Su Kulusevski – “Credo che la mezzala potrebbe essere il suo ruolo futuro, ha tanti km nelle gambe e qualità, ci lavoriamo in tante occasione non abbiamo potuto fare. Avevamo tante assenze e per questo lo abbiamo adattato come secondo attaccante”.

Sullo scudetto – “Siamo qua per lavorare, per cercare di fare un’impresa. Vincere partite e sperare che l’Inter perda punti. Fare più punti possibili vuol dire vincere tutte le partite”.