Juventus-Porto, conferenza Pirlo: “Ecco cosa mi ha detto Agnelli. Abbiamo un obiettivo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:04
Juventus Porto Pirlo
Andrea Pirlo in conferenza

Le dichiarazioni in conferenza stampa di Andrea Pirlo dopo l’eliminazione della Juventus in Champions League per mano del Porto

Ancora una cocente eliminazione per la Juventus nel ritorno degli ottavi di Champions League. Stavolta la formazione bianconera deve arrendersi al Porto, nonostante il successo maturato questa sera all’Allianz Stadium. Tutta l’amarezza in conferenza stampa di Andrea Pirlo al termine della sfida: “Abbiamo commesso quattro errori in due partite. Se succede questo è normale uscire in una competizione come la Champions. Avevamo preparato bene questa partita, purtroppo certi episodi non ci sono girati a favore. Abbiamo dimostrato di essere da Juve reagendo in un momento di difficoltà, ci abbiamo provato. E’ normale avere pressione, anche il Porto ce l’aveva. Poi capita di uscire”.

LEGGI ANCHE >>> PAGELLE E TABELLINO JUVENTUS-PORTO | Chiesa devastante, faro Oliveira. CR7 è un fantasma!

Pirlo prosegue: “Se ho sentito Agnelli? Con il presidente abbiamo parlato a fine partita. Abbiamo parlato di futuro e di quello che dobbiamo continuare a fare. Non mi ha rassicurato di niente, non ce n’era bisogno, ero già tranquillo. Il progetto è appena iniziato e i giovani che sono arrivati in estate stanno dimostrando di essere da Juve e di avere la giusta personalità in certe partite. Da qui dovremo ripartire. DNA Champions? Anche la Juve ce l’ha, è arrivata tante volte in finale. Anche al Milan era così: vincevi, ma ogni tanto arrivavano anche delle sconfitte. L’obiettivo della società è riuscire portare a casa questa benedetta coppa in futuro”.

Pirlo risponde successivamente alla domanda di Calciomercato.it sul possibile contraccolpo psicologico per il prosieguo della stagione: “Adesso dovremo pensare al campionato, mentre la finale di Coppa Italia è ancora lontana. Abbiamo il campionato per assorbire questa eliminazione: dobbiamo continuare a lavorare durante la settimana e cercare di vincere tutte le partite da qui fino alla fine. E’ questo il nostro prossimo obiettivo”.

Infine, Pirlo si sofferma anche sulla prestazione (deludente) di Cristiano Ronaldo: “Con lui parti quasi sempre da 1-0, capita anche ai grandi campioni ogni tanto di non fare gol e di sbagliare. Ci aveva pensato Chiesa con una doppietta questa sera: peccato non sia servito per passare il turno. Addio senatori? Non parlerei di fine ciclo. Il progetto è appena iniziato per i più giovani, ma anche per loro”.