Roma-Milan, Pioli: “Avevamo alzato le aspettative. Ecco come stanno gli infortunati”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:19
Pioli post Roma-Milan
Pioli post Roma-Milan a Sky Sport

Le parole di Stefano Pioli al termine di Roma-Milan. Il tecnico ha commentato il successo della sua squadra contro i giallorossi

Il Milan di Stefano Pioli torna al successo dopo i pesanti ko contro Spezia e Inter. I rossoneri rialzano la testa, tenendo a distanze le squadre che lottano per la Champions League. Le parole del mister al termine del match contro la Roma: “Ho detto alla squadra che due sconfitte non potevano toglierci le convinzioni – ammette a Sky Sport – Speravamo di fare meglio nelle ultime settimane. Abbiamo fatto un primo tempo eccezionale, meritavamo qualche gol in più. Un successo meritato, ci sta soffrire con una squadra forte come la Roma. Faccio i complimenti ai ragazzi” .

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

TOMORI – “Mi aspettavo una partita con questa personalità. L’ha mostrata subito, quando l’ho messo in campo nel derby. E’ il collettivo a far esprimere il singolo. ”

RIPARTENZE ROMA – “Abbiamo provato ad aspettare ma abbiamo l’abitudine ad andare sui riferimenti. Se sbagli il tempo di uscita corri qualche rischio. Abbiamo recuperato tanti palloni a centrocampo. Oggi dal nostro atteggiamento abbiamo avuto più benefici che costi”.

INFORTUNATI – “Calhanoglu, Ibra e Rebic, hanno avuto dei problemi muscolari. Al momento sembrano solo degli affaticamenti. Valuteremo domani, spero che non sia nulla di grave”.

LEGGI ANCHE >>> PAGELLE E TABELLINO ROMA-MILAN 1-2: Rebic torna bomber! Fazio impresentabile!

Milan, obiettivo Champions: le parole di Pioli

Roma-Milan, infortunio per Calhanoglu | Entra Brahim Diaz
Pioli (©Getty Images)

“Il mondo calcio è strano – prosegue Stefano Pioli – Nessuno avrebbe creduto ad un nostro secondo posto dopo 24 giornate. Noi vogliamo provare ad arrivare tra le prime quattro. Siamo andati forti per tanto tempo, alzando le aspettative”.

MOMENTO NO – “Siamo una squadra giovane che non può avere ancora tutte le furbizie di una squadra matura. Stiamo facendo qualcosa di importante: abbiamo 17 punti in più e siamo in Europa League, oltre ad essere più giovani. Il gruppo ha sofferto queste settimane. Sapevamo di aver deluso ma è bastato parlare chiaro”.