CMIT TV | Juventus, Rampulla: “Sarri non piaceva ai giocatori”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54
Rampulla a CMIT TV
Rampulla a CMIT TV

Intervenuto a CMIT TV Michelangelo Rampulla ha parlato del rinnovo di Buffon e dell’addio di Sarri alla Juventus

Da Buffon a Sarri: Michelangelo Rampulla, intervenuto a CMIT TV, si è soffermato sulla Juventus, partendo dal portierone bianconero. “Ci siamo sentiti ultimamente e ha detto che finché ha voglia e si diverte ancora, vuole continuare. Essendo un ragazzo intelligente, quando capirà che non può arrivare a certi livelli si farà da parte. Credo che abbia tutto per poter continuare. Gli ho detto che può superare anche i 45 anni: lui ha detto ‘perché no?'”:

Inevitabile parlare anche di Pirlo e fatto un accenno a Sarri: “Quando arriva un allenatore nuovo cerca di inculcare le proprie idee a certi campioni, è difficile per un allenatore, soprattutto giovane. I campioni ti danno credito per il passato, ma se non ha idee forti da trasmettere – non dicono che ti cacciano – ma non ti danno tanto ascolto. Riferimento a Sarri? I calciatori sono teste particolari, quando gli tocchi l’orticello si arrabbiano. Sarri, forse perché è un grande lavoratore di campo, ha chiesto molto lavoro sul campo e ai grandi campioni non piace. A certi livelli ci vuole una grande capacità di gestire i campioni e magari forse Sarri ne aveva meno”. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube 

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, bomba Cristiano Ronaldo: “Già scelto il nuovo club”

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri © Getty Images

Serie A, Rampulla: “Sfida Inter-Juventus per lo scudetto”

Rampulla ha continuato quindi parlando della corsa scudetto. Sull’Inter favorita, l’ex portiere dice: “È sulla buona strada, il Milan è una bellissima sorpresa che può inserirsi alla lotta con Inter e Juventus. Per me saranno queste due a contendersi lo scudetto fino alla fine. Il campionato si vince tra metà febbraio e fine marzo, chi fa l’allungo decisivo in questi mesi è molto avvantaggiato”.