Milan-Inter, Pioli: “Ibrahimovic condizionato dalla squadra” | Ecco come sta lo svedese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:45
Milan-Inter, Pioli:
Pioli

Arrivano le parole di Stefano Pioli dopo la sconfitta contro l’Inter nel derby di Milano per 0-3: il punto su Ibrahimovic

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di ‘DAZN’ dopo la sconfitta nel derby contro l’Inter per 0-3. Di seguito, le sue parole: “Ha pesato molto il gol subito dopo 5′. Nel primo tempo abbiamo faticato a trovare ritmo, intensità e quella qualità che poteva servire per trovare spazio, che l’Inter non lasciava. Gli abbiamo lasciato troppe ripartenze e a loro piace fare questo tipo di partite”.

LEGGI ANCHE >>> PAGELLE E TABELLINO MILAN-INTER 0-3: LuLa devastante! Romagnoli un disastro

Sul secondo gol – “Dovevamo fermare l’azione prima. Sul secondo tempo della mia squadra non posso dire nulla, sul primo sì. Potevamo fare di più. Ibrahimovic? Il centravanti viene condizionato dalla squadra, nel primo tempo abbiamo creato poco anche se abbiamo avuto parecchie occasioni, dove non siamo stati precisi nell’ultimo passaggio”.

Sull’Inter – “Handanovic era tanto tempo che non parava così tanto e così bene. Potevamo star in partita un po’ di più, è stata una settimana difficile, ma ci riprenderemo. L’Inter ci costringeva a fare delle scalate lunghe, non sempre siamo riusciti a portarli da una parte o dall’altra. Non volevamo aprire troppo il campo a loro e concedere il 2 vs 2. Poi quando siamo stati molto aggressivi, abbiamo creato qualcosa e concesso più occasioni. Loro sono sempre molto precisi ed è difficile portargli via il pallone”.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Milan-Inter 0-3: Lukaku e Lautaro annientano i rossoneri

Sulla stagione del Milan – “La nostra forza è sempre stata l’equilibrio, poi vorrei fare un discorso obiettivo: se ci avessero detto tempo fa che a questo punto saremmo stati secondi, tutti avrebbero fatto i salti di gioia. Ma questo non ci deve far stare felici, c’era il derby, una partita da vincere. In queste tre partite non siamo riusciti a dare il massimo. Nelle prossime settimane dobbiamo far qualcosa in più. Anche se la partita storta è stata quella con lo Spezia. Ci dispiace per il club e per i tifosi, ma la partita l’abbiamo fatta. Dobbiamo mantenere molta lucidità e serenità.

Sull’Europa League e le condizioni di Ibrahimovic – “I dati che abbiamo in allenamento e nelle partite non sono inferiori a quelli dei nostri avversari. Siamo stati l’unica squadra che ha fatto i preliminari. Abbiamo avuto qualche infortunio in più e alcuni giocatori hanno giocato più di altri e per questo forse sono un po’ stanchi. E’ stata la prima settimana veramente negativa, anche se giovedì abbiamo preso un buon risultato e giovedì prossimo dovremo qualificarci. Ibrahimovic ha avuto un crampo al polpaccio e non ce la faceva a scattare“.