CM.IT | Benitez-Napoli: i rumors di queste ore e la volontà dello spagnolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:44
benitez sulla panchina del dalian
Rafa Benitez ©Getty Images

Il Napoli valuta l’addio di Gattuso e il nome di Rafa Benitez è tra quelli emersi in queste ore per la sua sostituzione

Il Napoli vive un momento molto complesso. La mancanza di continuità di questi mesi ha fatto precipitare la fiducia nei confronti del tecnico Rino Gattuso, più in discussione che mai dopo le sconfitte contro Juventus e Verona. Nelle ultime ore diverse testate hanno riportato la volontà, da parte di De Laurentiis, di valutare un ribaltone in panchina e tra i nomi tornati in auge c’è quello di Rafa Benitez.

Lo spagnolo ha vinto due titoli in azzurro, tra 2013 e 2015 (una Coppa Italia e una Supercoppa), rendendosi protagonista della sessione di calciomercato migliore della storia recente partenopea. Higuain, Albiol, Callejon, Reina e Mertens sono solo alcuni dei nomi arrivati sotto la sua gestione.

LEGGI ANCHE >>> ESCLUSIVO Allegri | No a Chelsea e Napoli, si è promesso alla Roma

benitez sulla panchina del dalian
Benitez ( © Getty Images)

Calciomercato Napoli, idea Benitez: gli aggiornamenti

Il rapporto tra l’ex madridista e De Laurentiis è rimasto di grande stima, e se in queste ore si parla di lui è perché spesso il patron napoletano ha ponderato l’idea di un Benitez-bis. Un’ipotesi che per ora, secondo quanto raccolto da Calciomercato.it, resterà tale.

Il tecnico, infatti, ha lasciato il Dalian per la volontà di ricongiungersi con la sua famiglia in un’epoca difficile come quella che stiamo vivendo. Dopo un biennio in Cina, Benitez non vorrebbe muoversi dall’Inghilterra, dove risiedono sua moglie e le sue figlie. La sua priorità, quindi, eventualmente sarà data ad una chiamata dalla Premier League.

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

In ogni caso, dall’entourage di ‘don Rafé’ fanno sapere di non aver ricevuto alcuna chiamata da parte del Napoli negli ultimi giorni. Gattuso resta in bilico, dunque, ma (per ora) c’è un candidato in meno alla sua successione. E la mancanza di alternative sarà un elemento di enorme peso nelle prossime scelte di ADL.