Sampdoria-Udinese, Ranieri: “Quagliarella triste? Vi spiego. Con Torregrossa si cambia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:45
Sampdoria-Udinese, Ranieri ha parlato dopo la vittoria dei blucerchiati
Ranieri (Screenshot Tv)

Claudio Ranieri ha parlato nel postpartita di Sampdoria-Udinese. Di seguito le dichiarazioni dell’allenatore dei blucerchiati che stasera hanno conquistato i tre punti

Claudio Ranieri ha commentato la vittoria contro l’Udinese in rimonta ai microfoni di ‘DAZN’: “Avevo approntato una strategia per non far giocare De Paul, ma lui è riuscito a liberarsi diverse volte. Nel primo tempo, l’Udinese stava andando via in velocità e in contropiede. Avevo chiesto di stare attenti, ma ci hanno messo in difficoltà. Non avrei voluto lasciare Quagliarella lì sopra da solo. Loro riuscivano a creare troppo gioco. L’unica cosa era mettersi come loro e mettere due attaccanti freschi”.

LEGGI ANCHE >>> Sampdoria-Udinese, Gotti annuncia: “Mi confronterò con la società”

Sampdoria-Udinese, Ranieri parla dell’impatto di Torregrossa e della situazione di Quagliarella

Sampdoria-Udinese, Ranieri ha parlato dopo la vittoria dei blucerchiati
Ranieri (getty images)

Ranieri si sofferma sulla composizione del suo attacco: “Sicuramente con Torregrossa si può cambiare qualcosa. Abbiamo anche Quagliarella, Keita, Gabbiadini quando tornerà. Ho tanti attaccanti, devo far quadrare gli equilibri della squadra. Avevo detto ai quattro difensori di stare bloccati, non volevo prendere gol. E invece poi l’abbiamo preso (ride, ndr.). Torregrossa è molto per noi: sa lottare, tenere la palla. Non ha i 90 minuti, spero riesca a prenderli presto. Sembra che sia stato sempre con noi, sempre col sorriso! C’è l’uomo dietro. Può stare bene con tutti in attacco”.

Ranieri si concentra anche sul futuro del suo bomber: “Quagliarella triste? Anche se fosse stato triste, lo capisco! Chi è che vuole uscire dal campo quando stai perdendo? E’ il nostro capocannoniere, il capitano e continuerà a giocare. Avevo bisogno di altri giocatori lì davanti. Ci darà una grossa mano quest’anno e mi auguro anche nel prossimo“.