CM.IT – Calciomercato, Napoli a fuoco lento su Zaccagni: le ultime

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:23
zaccagni verona napoli
Mattia Zaccagi © Getty Images)

Mattia Zaccagni è uno degli obiettivi del Napoli: le ultime di Calciomercato.it sulla trattativa tra gli azzurri e il Verona

Il mercato del Napoli nell’immediato si concentra soprattutto sulle operazioni in uscita, partendo dal caso Milik. Possibili uscite anche per Malcuit che potrebbe andare in prestito alla Fiorentina soprattutto se partisse Lirola, e per Llorente. Le valutazioni sullo spagnolo sono rimandate agli ultimi dieci giorni di mercato, dopo la Supercoppa, il recupero di Mertens e quando si avrà un quadro chiaro sul rientro di Osimhen. In entrata il direttore sportivo Giuntoli è vigile su possibili opportunità. Una sicuramente rimanda a Zaccagni, uno dei talenti più interessanti dell’intero campionato, in scadenza di contratto con il Verona a giugno 2022. Le ultimissime di calciomercato: clicca qui!

Il centrocampista offensivo classe ’95 piace tanto al Napoli che si sta muovendo a fuoco lento, sfruttando gli ottimi rapporti con la società veneta. Lo dimostra l’operazione Rrahmani e poi un anno fa il Napoli avrebbe preso anche Amrabat e Kumbulla se i giocatori avessero accettato le proposte del club di De Laurentiis. Il Napoli affonderà il colpo su Zaccagni solo se le condizioni saranno particolarmente favorevoli, lasciando il giocatore fino a fine stagione agli ordini di Juric.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, Hysaj non rinnova | Sprint per prenderlo gratis

zaccagni napoli
Mattia Zaccagi © Getty Images)

Calciomercato Napoli, non c’è accordo con il Verona per Zaccagni

Secondo quanto raccolto da Calciomercato.it, al momento non c’è ancora l’accordo tra i due club. Il Verona chiede 15 milioni, il Napoli lo valuta circa la metà, intorno ai 7-8 milioni: la sensazione è che non si spingerà oltre il muro dei 10 milioni. Se i veneti, quando s’avvicinerà la fine della sessione invernale, abbasseranno le pretese, il club partenopeo si farà trovare pronto, altrimenti le valutazioni saranno rimandate all’estate.