Premier League, troppi positivi al Covid | Si valuta una sosta invernale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:56
Arsenal Wolverhampton

Di nuovo alti i valori dei positivi al Covid in Inghilterra: la Premier League valuta una sosta

Il numero di positivi al Covid-19 sta tornando a essere alto in Premier League. Lo Sheffield United è stato il primo club ad annunciare un valore importante di test risultati positivi, seguito subito a ruota dal Manchester City, costretto a posticipare la gara di lunedì sera contro l’Everton. Poche ore fa il manager del Southampton Ralph Hasenhuttl ha fatto sapere di essere in isolamento fiduciario: un suo familiare convivente è risultato positivo al Covid-19 e l’allenatore sarà costretto a seguire la partita in tv, interagendo con la squadra in collegamento audio e video.

LEGGI ANCHE >>> Manchester City, UFFICIALE: quattro positivi al Covid | Due sono calciatori

La preoccupazione torna a essere alta e si rischia di dover posticipare anche il terzo turno della FA Cup, che inizierà il weekend del 9 gennaio. Si valuta, quindi, un periodo di “riflessione” di due settimane, uno stop che andrebbe ad alleviare il problema nell’immediato. C’è da tener conto, però, l’eventuale slittamento degli impegni sportivi, con il campionato che dovrebbe terminare il prossimo 23 maggio, così da lasciare spazio agli Europei. Data, in caso di sosta, non più certa.