Atletico Madrid, Trippier sospeso per calcioscommesse | Squalifica di dieci settimane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:12

Arriva la sanzione per Trippier, coinvolto nel calcioscommesse e squalificato per dieci settimane

Kieran Trippier, ex terzino di Tottenham e Burnley, adesso in forza all’Atletico Madrid, è stato squalificato per 10 settimane e multato per 78.000 euro perché sarebbe invischiato in un caso di scommesse sportive. Simeone perde il proprio terzino, che quindi potrà tornare in campo soltanto a marzo inoltrato.

A comunicarlo è la Federcalcio Inglese (FA), che ha imposto il divieto di partecipare alle attività agonistiche al terzino, reo di aver violato i regolamenti sulle scommesse nell’estate del 2019, quando giocava al Tottenham. Nonostante il difensore abbia sempre negato la versione dei fatti, la FA ha deciso di penalizzarlo con dieci settimane di stop. Un duro colpo anche per l’Atletico Madrid, con Simeone che quest’anno ha schierato l’inglese in tutte le partite, facendogli totalizzare 1710 minuti giocati, a eccezione della partita di Copa del Rey contro il Cardassar.

LEGGI ANCHE >>> Borussia Moenchengladbach, stangata per Thuram: squalifica e maxi ammenda

Atletico Madrid, Trippier sospeso per calcioscommesse

Trippier (Getty Images)

Con uno stop di dieci settimane Trippier perde anche l’occasione di giocare l’andata degli ottavi di Champions League contro il Chelsea, in calendario per il 23 febbraio, e anche il derby contro il Real Madrid del 7 marzo. Molto probabilmente i Colchoneros, a questo punto, torneranno forti sul calciomercato invernale per potersi assicurare l’acquisto di un giocatore che possa sopperire all’assenza dell’esterno inglese, che potrebbe essere sostituito da Ricard, in campo proprio nella sfida di Copa del Rey.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, gesto folle: squalifica pesante | Milan e Juventus alla finestra

Le indagini da parte della FA erano iniziate a maggio e fanno riferimento alla regola E8 del regolamento della federazione che sottolinea: “Quando un tesserato fornisce a qualsiasi altra persona una qualsiasi informazione relativa al calcio, che il partecipante ha ottenuto in virtù della sua posizione all’interno del gioco e che non può essere pubblicamente disponibile in quel momento, il partecipante compirà una violazione alla regola se una qualsiasi di tali informazioni dovesse essere utilizzata dall’altra persona per, o in relazione a, scommesse”.