Calciomercato Serie A, panchine in bilico: ecco chi rischia dopo Maran

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00
Fiorentina-Inter, Massa nega un rigore ai viola | Furia Prandelli
Prandelli (@Getty Images)

Maran è stato esonerato da Preziosi, che ha deciso di affidarsi a Ballardini. Ora a rischiare di più è Marco Giampaolo ma non è l’unico

Dopo 13 giornate di campionato sono al momento solo due i tecnici esonerati. Dopo l’addio di Beppe Iachini, con la Fiorentina che ha deciso di affidarsi a Cesare Prandelli, il Genoa – sconfitto ieri a Benevento – ha allontanato Maran per richiamare Davide Ballardini.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

E’ davvero difficile che si arrivi a maggio senza altri cambi in panchina. Se la situazione è diventata decisamente più tranquilla in casa Inter, con Conte destinato a chiudere la stagione, lo stesso non si può dire alla Roma. Fonseca non ha mai convinto in pieno la nuova proprietà e il pesante ko di ieri contro l’Atalanta ha nuovamente scatenato i rumors attorno alla sua successione, con Allegri e Sarri sogni per la panchina.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus e Inter, opportunità Rudiger: l’annuncio del difensore

Calciomercato, Giampaolo al capolinea

Marco Giampaolo (Getty Images)

Chi rischia di più di chiudere anticipatamente la propria avventura in panchina è  Marco Giampaolo. I punti in classifica sono solo sette; ieri, dopo il pari contro il Bologna, è arrivata ancora la fiducia. Un altro passo falso pesante, però, potrebbe costargli caro. La pausa natalizia, infatti, non aiuta i tecnici in bilico. Stesso discorso per Prandelli, che in sei partite con la Fiorentina, non è ancora riuscito a vincere. Il suo tempo potrebbe essere scaduto.

Non sono a rischio ma la situazione va tenuta sotto controllo a Parma e Bologna: è indubbio che le rispettive società si aspettavano di più da Liverani e Mihajlovic ma ad oggi godono ancora della fiducia e possono lavorare tranquillamente. Discorso a parte merita, invece, Stroppa: la rosa non appare del tutto all’altezza della Serie A e a gennaio la società si muoverà per dare una mano al suo mister.