Juventus, non solo Moraldo | “Determinanti” per Pirlo: due frecce per la svolta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:58
Andrea Pirlo (Getty Images)

La Juventus travolge il Parma: prende fisionomia la creatura di Pirlo. McKennie e Ramsey le ‘sorprese’ nello scacchiere del tecnico bianconero

Prestazione totale ieri sera al ‘Tardini’ per la Juventus. Insieme al match di Champions League in casa del Barcellona la migliore versione stagionale dei bianconeri, con la creatura di Andrea Pirlo che piano piano prende sempre più forma nonostante qualche incidente di percorso (vedi mercoledì contro l’Atalanta). Un cambio di marcia coinciso anche con qualche accorgimento tattico e non solo con la ritrovata vena del Moraldo.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, messaggio chiaro da Pirlo | Il piano per gennaio

Pirlo sorride: McKennie e Ramsey ribaltano la Juventus

McKennie e Ramsey (Getty Images)

Cristiano Ronaldo e Morata fanno la differenza lì davanti soprattutto quando sono in serata di gala, ma alcune variabili nello scacchiere liquido di Pirlo hanno permesso alla ‘Vecchia Signora’ di trovare più equilibrio ed efficacia in fase offensiva. Dal centrocampo con due pivote, il tecnico bresciano è passato ad una mediana a tre con incursori a creare superiorità numerica negli ultimi sedici metri avversari. Ruolo tagliato su misura per le caratteristiche dell’emergenze McKennie, rivelazione in casa bianconera e acquisto azzeccatissimo sul mercato malgrado le tante perplessità al suo arrivo a Torino. Lo statunitense è al momento imprescindibile per i meccanismi di Pirlo, al pari di Ramsey quando il gallese è brillante fisicamente.

Lo stesso allenatore ha sottolineato l’importanza dell’ex Arsenal per la sua Juventus: “Dobbiamo centellinarlo però, quando è al 100% e può essere decisivo, preferisco averlo sempre in campo. E’ quello che permette alla squadra di giocare bene, che ci fa uscire da tante situazioni. Per noi è determinante“. McKennie e Ramsey combinano quantità e qualità, dando allo stesso tempo sostanza e imprevedibilità allo spartito bianconero. Così diversi, così tremendamente preziosi per Pirlo. La Juve non è solo Moraldo…