Milan, Ibrahimovic: “Giocherò fin quando sarò in forma”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:07
Ibrahimovic (@Getty Images)

Arrivano le parole di Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan, che ha parlato della sua carriera e del suo ottimo periodo di forma a 39 anni

Zlatan Ibrahimovic è sempre più al centro del progetto del Milan, nonostante abbia raggiunto i 39 anni. L’attaccante svedese ha rilasciato un’intervista al sito dell’UEFA, parlando delle sue motivazioni, dei suoi successi e del segreto della sua longevità. Di seguito, le sue parole: “Ho la stessa passione di sempre nonostante le mie vittorie. Dopo i 30 anni invece che una parabola discendente e ritirarmi, ho iniziato a migliorare. Gli atleti americani spendono milioni per tenersi in forma raggiunta una certa età. Io spendo zero, è una questione di mentalità. E la mentalità non ha prezzo“.

Giocare fino a 39 anni – “Oggi mi stanco prima rispetto a qualche anno fa, è normale. Per recuperare ci metto due-tre giorni, quindi dormo molto. Voglio essere considerato come tutti gli altri, così posso spingermi a fare di più e migliorare. Il giorno in cui non sarò più al top, non giocherò più. Non voglio avere vantaggi solo perché ho 39 anni”.

Sul paragone con Buffon – “Per lui è più facile giocare fino a 50 anni. Deve solo stare in piedi e bloccare il pallone, probabilmente potrà anche giocare quando non sarà più in forma. Ma io gli darei filo da torcere, anche se devo duellare coi difensori e correre”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Milan, le parole di Zlatan Ibrahimovic

infortunio ibra milan
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Sui rigori con Messi nel Dream Team, Ibrahimovic ha affermato: “I rigori li tirerei io, visto che sono il capitano. Ne tirerei tre consecutivamente e poi gliene lascerei uno a lui“. L’attaccante si è poi soffermato sull’amicizia con Maxwell: “Lui ha la Champions League nella sua bacheca a differenza mia. Insieme abbiamo passato momenti indimenticabili e vissuto una grande carriera. Nel mondo del calcio è il mio migliore amico e ha molta pazienza nel sopportarmi. E’ un ragazzo fantastico”.

LEGGI ANCHE >>> Milan, la verità sul rinnovo di Calabria. Ultime CM.IT

Sul paragone con Benjamin Button, Ibrahimovic ha dichiarato: “Io sono la prova vivente, Benjamin è solo una storia inventata. Io sto creando un film reale con la mia vita, mentre lui è solo un film inventato per il cinema“. Lo svedese si è poi soffermato su King Kong e il Leone: “A braccio di ferro con King Kong vincerei io, al 100%. Il leone? E’ più facile domare lui che Zlatan. Zlatan è un animale diverso”.