Calciomercato Genoa, Maran ancora ko e sotto osservazione: gli scenari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:43
rolando maran genoa calciomercato
Rolando Maran (Getty Images)

Il Genoa perde ancora: il Parma passa a ‘Marassi’ grazie alla doppietta di Gervinho e complica la posizione di classifica dei rossoblù e di Maran

Il Parma è corsaro a ‘Marassi’ e sbanca il campo del Genoa. La doppietta di Gervinho rasserena una posizione di classifica che resta ancora deficitaria per la squadra di Liverani, ma che prende sicuramente una boccata d’ossigeno. Restano in apnea, invece, i rossoblù di Rolando Maran che occupano il penultimo posto davanti solo al Crotone. Non basta la rete di Shomurodov: cinque punti in nove partite per il ‘Grifone’, quarta sconfitta di fila, uno score preoccupante anche se siamo solo all’inizio della stagione. E nonostante la bella vittoria nel derby di Coppa Italia.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Esonero Giampaolo Semplici
Leonardo Semplici (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Genoa, futuro Schone: le ultime di CM.IT

Calciomercato Genoa, Maran sotto osservazione: da Semplici a Donadoni, le idee

Per questo la situazione di Rolando Maran sulla panchina del Genoa non è delle più solide. Il lavoro e soprattutto i risultati del tecnico trentino sono sotto osservazione da parte del club. Il quarto ko di fila non può far dormire sonni tranquillissimi all’ex Chievo e Cagliari, che non vince dalla seconda giornata di campionato (il 20 settembre contro il Crotone). Per Preziosi e il ‘nuovo’ ds Marroccu – appena tornato al posto di Faggiano – le opzioni da vagliare sarebbero diverse, a partire da Leonardo Semplici, ancora senza squadra dopo la retrocessione con la Spal.

Potrebbe stuzzicare anche il nome di Roberto D’Aversa, che tanto bene ha fatto proprio con il Parma, oltre a quello di Walter Zenga, ex Samp tra l’altro. Un’altra suggestione potrebbe portare a Roberto Donadoni, che non allena più in Cina e non disdegnerebbe affatto un ritorno in Italia. L’ex ct della Nazionale, tra l’altro, nel 2010-2011 ha lavorato a Cagliari proprio con Marroccu, all’epoca direttore generale dei sardi. Ad ora si tratta solo di possibili idee e scenari, ma di certo Maran ha bisogno di una svolta nelle prossime partite. Soprattutto lunedì prossimo con la Fiorentina, visto che poi dovrebbe affrontare Juventus e Milan.