Juventus-Barcellona, Pirlo: “Chiellini e de Ligt out! Per Ronaldo, attendiamo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00
Andrea Pirlo (Getty Images)

Le parole di Andrea Pirlo alla vigilia di Juventus-Barcellona

In casa Juventus è vigilia della super sfida di Champions contro il Barcellona, in programma all”Allianz Stadium’ e valevole per la seconda giornata della fase a gironi. Andrea Pirlo a caccia del riscatto contro la squadra di Koeman, reduce dalla sconfitta nel ‘Clasico’, per dimenticare il deludente pareggio casalingo col Verona. Il tecnico bianconero parla in conferenza stampa a partire delle ore 14, diretta testuale qui su Calciomercato.it.

RONALDO – “Dobbiamo aspettare l’esito. In serata avremo il responso definitivo del tampone. Una volta che avremo l’esito decideremo il da farsi. Speriamo di poterlo valutare, anche se non sarebbe facile rientrare dopo 15 giorni di inattività”.

DIFESA – “Chiellini non lo recupereremo. Bonucci lo valuteremo domattina, ma non è al meglio. Per De Ligt ancora non abbiamo l’ok dell’ortopedico. Giocheremo a 4, è l’unica soluzione in questo momento. Siamo in emergenza dietro. A centrocampo si sfideranno due reparti molto tecnici”.

DYBALA – “Sta bene, è un po’ stanco, ma è normale dopo la prima partita. Avrà tempo di recuperare al meglio e di giocare domani sera. Il suo è un ruolo un po’ particolare, può muoversi libero in zona offensiva. Valuteremo con chi potrà giocare. Sono soddisfatto della sua prestazione contro il Verona e di Morata, hanno giocato bene anche se non hanno trovato il gol”.

MCKENNIE – “Sta recuperando. Si sta allenando, ma non credo che possa ricoprire un ruolo in difesa nella gara di domani” ha risposto il tecnico bianconero alla domanda posta dall’inviato di Calciomercato.it.

SITUAZIONE – “Siamo in ricostruzione, ma non possiamo permetterci di perdere punti. Non dobbiamo dimenticarci che abbiamo avuto parecchi assenti, da de Ligt ad Alex Sandro, passando per Ronaldo e Chiellini”.

GARA – “Dobbiamo affrontarla con grande rispetto e con grande voglia. E’ una gara che tutti vorrebbero giocare. Non è una partita decisiva, ma dobbiamo affrontarla nel modo giusto. Ci sono grandissimi giocatori nel Barcellona nonostante alcune assenze. Le chiavi per noi saranno la voglia e la determinazione. Sarà difficile, ma bello”.

MESSI E RONALDO – “Da 15 anni stanno facendo grandissime cose. Per la prima volta troverò Messi da allenatore, lo tratterò con l’enorme rispetto che merita”.

FATI E KULUSEVSKI – “Sono due giocatori di grande prospettiva, giocano con i più grandi della loro epoca e possono imparare tanto. Sono comunque differenti nelle caratteristiche”.