Calciomercato Inter, Padovan a CM.IT: “Conte sedato e Allegri…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:45
Antonio Conte (Getty Images)

C’è Allegri per l’eventuale dopo Conte del calciomercato Inter, annuncio di Padovan ai microfoni di CM.IT

Intervenuto al Terzo Tempo di Calciomercato.it dopo Shakhtar-Inter, il noto giornalista Giancarlo Padovan ha rilasciato acune dichiarazioni importanti. Da Pirlo a Conte passando per Allegri. La prestigiosa ha firma non ha lesinato commenti pungenti e proiezioni future: “Shakhtar deludente ma Inter ancora più deludente dello Shakhtar nel secondo tempo – ha esordito – Il matrimonio Conte-Inter può logorarsi? Io penso di sì. Antonio Conte sembra sedato, un uomo che non ha più il furore di prima. Lui ora sta nei ranghi ma non dà a tutti la piena fiducia. Sapete tutti che avrebbe voluto Kante ma non è arrivato. Il mercato dell’Inter è stato ottimo ma ad Antonio non sembra bastato. E’ un leone in gabbia che quando si sveglierà o se ne andrà o tornerà a ruggire”. Clicca qui per nuovi dettagli.

LEGGI ANCHE >>> PAGELLE E TABELLINO SHAKHTAR-INTER | Altro flop di Lautaro, Conte sbaglia i cambi

Calciomercato Inter, da Conte ad Allegri: parla Padovan

Giancarlo Padovan ai microfoni di CM.IT

Padovan ha commentato anche le voci sul possibile approdo di Allegri in casa nerazzurra: “Allegri non farebbe giocare meglio l’Inter ma porterebbe risultati più certi. Lui è un grande gestore di uomini. L’ha fatto al Milan, alla Juve e lo farebbe anche all’Inter. Il suo sogno è allenare queste tre squadre: due le ha già allenate e gli manca la terza, l’Inter. Allegri è un allenatore che ti porta sicuramente all’obiettivo. Non chiedergli di essere spettacolare, il suo gioco è anche speculativo. Oggi avrebbe ottenuto il vantaggio e poi si sarebbe difeso. Una partita come quella di stasera Allegri l’avrebbe portata a casa. Ho l’impressione che il vero Conte si sia smarrito. Se salta Conte, Marotta alza il telefono e chiama Allegri”.

Per il giornalista, infine, Pirlo non è il tecnico giusto per la Juventus, ma “sarà difeso fino alla morte calcistica perché è stata una scelta di Agnelli“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Shakhtar Donetsk-Inter, Marotta: “Siamo in una situazione anomala”