PAGELLE E TABELLINO INTER-BORUSSIA | Lukaku salva Conte, disastro Vidal

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:56
Romelu Lukaku (Getty Images)

Pagelle e tabellino di Inter-Borussia Mönchengladbach, match valevole per la fase a gironi della Champions League. La doppietta di Lukaku non basta ai nerazzurri

L’Inter delude anche all’esordio stagionale in Champions League e non va oltre il pareggio casalingo contro il Borussia Borussia Mönchengladbach. Non basta alla squadra nerazzurra il solito implacabile Lukaku, ancora a segno in Europa. I tedeschi trascinati da Thuram la ribaltano con il rigore di Bensebaini e il guizzo di Hofmann, prima della stoccata del definitivo 2-2 del colosso belga. Vidal la combina grossa: provoca il rigore e lascia tutto solo il numero 23 avversario nel momentaneo vantaggio degli ospiti. Segnali incoraggianti da Eriksen, palo di Lautaro subentrato a Sanchez. Nello scacchiere di Rose spicca la regia di Neuhaus.

Le pagelle di Inter-Borussia: risveglio Eriksen, Thuram cliente scomodo

Inter-Borussia (Getty Images)

INTER

Handanovic 5,5 – Hofmann lo beffa nel 2-1 del Borussia. In ritardo, frana su Plea beccandosi il giallo prima del vantaggio ospite.

D’Ambrosio 5,5 – Thuram è un brutto cliente, serata difficile. Si riscatta parzialmente partecipando al vantaggio di Lukaku.

De Vrij 6 – Plea attacca poco la profondità e gli agevola la serata lavorativa. Puntuale negli anticipi.

Kolarov 6 – Si limita al compitino: almeno stasera non fa danni. Precisi alcuni tagli col mancino per gli esterni. Va vicino su punizione al 3-2 nei secondi finali.

Darmian 6,5 – Vivace e intraprendente all’esordio. Prima frazione di buona fattura, cala nella ripresa ma sfiora il 2-2 di testa prima del recupero.

Barella 6 – Cuore e polmoni non mancano mai. Stavolta è meno brillante in fase di costruzione.

Vidal 4 – Fa schermo davanti la difesa senza demeritare nella prima parte. Tatticamente prezioso, la combina grossa però quando atterra Thuram in area di rigore. Si addormenta anche sulla rete di Hofmann: episodi che costano carissimi all’undici di Conte.

Perisic 5,5 – Si spegne presto dopo un paio di falcate incoraggianti. Fatica in un ruolo che non esalta le sue caratteristiche (79′ Bastoni 6 – Torna in campo, partecipa al 2-2 di Lukaku).

Eriksen 6,5 – Voglioso di riscatto, quando si accende crea pericoli alla difesa tedesca. Cuce il gioco e tenta la sortita a rete: segnali confortanti per Conte per il futuro del danese in maglia nerazzurra (79′ Brozovic sv).

Sanchez 6,5 – Velenoso quando punta l’avversario, crea scompiglio tra le maglie della difesa tedesca con i suoi guizzi. Autonomia limitata: non è al meglio e Conte lo toglie all’intervallo (46′ Lautaro Martinez 6,5 – Giocata da urlo nel finale e palo che grida vendetta).

Lukaku 7,5 – Spaventa Sommer nel primo tempo. Fa a sportellate con i centrali avversari: la spunta quasi sempre, dando respiro alla manovra. Come al solito è puntuale nell’appuntamento con il gol. Doppietta che salva Conte.

All. Conte 4,5 – Ha la coperta corta ma tante scelte non convincono. Ancora una volta troppi giocatori fuori ruolo, c’è confusione a livello tattico. I nerazzurri non riescono a gestire il vantaggio e si salvano grazie al solito Lukaku. La sua Inter continua a deludere: inizio di stagione in salita anche in Europa.

BORUSSIA

Sommer 6 – Sicuro nelle uscite, nulla può sulla conclusione ravvicinata di Lukaku. Colpo di reni decisivo su Darmian nell’infuocato finale.

Lainer 6 – Tiene a bada Perisic. Non disdegna qualche sortita offensiva.

Ginter 5,5 – Non sempre è piazzato bene nel cuore della difesa. In difficoltà quando viene puntato.

Elvedi 5 – Fatica a contenere Lukaku. Perde il duello fisico e sprofonda nella ripresa.

Bensebaini 7 – Dà supporto a Thuram, diligente dietro. Diagonale decisiva nel primo tempo per anticipare Sanchez. Trasforma con freddezza il rigore del pareggio.

Kramer 6 – Fa legna e buona guarda in mediana.

Neuhaus 7 – Lucido in regia, esce palla al piede nel traffico con efficacia. Sua la rasoiata che avvia l’azione sul gol di Hofmann. Bussola e mente del Borussia.

Hofmann 7 – Non si ferma mai, inesauribile sulla destra. Spreca un contropiede potenzialmente letale nella prima frazione, ma si riscatta con gli interessi firmando il momentaneo vantaggio dei tedeschi.

Embolo 5,5 – Bravo a scambiarsi la posizione con Plea e a non dare punti di riferimento. Ma a conti fatti non punge mai dalle parti di Handanovic (74′ Herrmann 6 – Prezioso apporto nelle battute decisive del match).

Thuram 7 – Fa valere fisico e tecnica, D’Ambrosio fatica a prendere le misure del figlio d’arte. Si guadagna il rigore dell’1-1 con una giocata ad effetto. Conferma quanto di buono si dice sul suo conto (94′ Wolf sv).

Plea 6,5 – Scambia bene in velocità con i compagni di reparto. Attacca poco la profondità, però è utile venendo incontro e liberando spazio per i compagni. Decisivo nel lanciare a rete Hofmann (90′ Stindl sv).

All. Rose 7 – Borussia ordinato e che imbriglia l’Inter. Sfiora i colpaccio a San Siro: sarà un avversario da tenere d’occhio per la qualificazione agli ottavi.

Arbitro: Kuipers 5,5 – Il VAR gli viene in soccorso nelle fasi decisive. Dà la sensazione di non avere in pieno controllo il match.

TABELLINO

Inter-Borussia Mönchengladbach 2-2
49′ e 90′ Lukaku; 62′ rig. Bensebaini (B); 84′ Hoffman (B)

Inter (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij, Kolarov; Darmian, Barella, Vidal, Perisic (79′ Bastoni); Eriksen (79′ Brozovic); Lukaku, Sanchez (46′ Lautaro Martinez). A disposizione: Padelli, Stankovic, Ranocchia, Boscolo Chio, Moretti, Nainggolan, Squizzato, Pinamonti. Allenatore: Conte

Borussia Mönchengladbach (4-2-3-1): Sommer; Lainer, Ginter, Elvedi, Bensebaini; Kramer, Neuhaus; Hofmann, Embolo (74′ Herrmann), Thuram (94′ Wolf), Plea (90′ Stindl). A disposizione: Sippel, Grün, Lang, Traore, Wendt, Jantschke, Reitz. Allenatore: Rose

Arbitro: Kuipers (Olanda)
Var: Makkelie (Olanda)
Ammoniti: D’Ambrosio (I), Barella (I), de Vrij (I), Kramer (B), Handanovic (I)
Espulsi:
Note: recupero 1′ e 6′