Serie A, impatto Covid e rinvio gare: le nuove regole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:49
genoa covid
Napoli-Genoa (Getty Images)

La Lega Serie A ha pubblicato le nuove regole sull’impatto del Covid in merito alla gestione dei casi di positività e al rinvio delle gare

Dopo il focolaio in casa Genoa, il Consiglio di Lega ha disposto, limitatamente alla stagione 2020/2021, nuove regole per le ipotesi di positività al Coronavirus. “Qualora uno o più giocatori risultassero positivi al Covid, la gara sarà disputata secondo il calendario di ciascuna competizione, purché il club in questione abbia almeno tredici calciatori disponibili (di cui almeno un portiere) e alla condizione che i seguenti calciatori siano negativi ai test. Il numero di tredici calciatori sarà computato tenendo in considerazione tutti i giocatori tesserati per il club. Qualora il club non sia in grado di schierare una squadra con un suddetto numero minimo, quest’ultimo subirà la perdita della gara a tavolino per 0-3 senza la possibilità di un’ulteriore penalizzazione che possa applicarsi in un punto in classifica”.

Per le ultime notizie sul calciomercato del campionato italiano di Serie A—>clicca qui!

E poi: “Qualora, in un arco temporale di sette giorni consecutivi in calendario, dieci o più calciatori del club dovessero risultare positivi, il presidente della Lega Serie A disporrà il rinvio della prima gara utile nella quale sarà impegnato il club. Il rinvio sarà concesso ad un club per una sola volta nel corso della stagione, salvo che per la Supercoppa, le semifinali e la finale di Coppa Italia. Il ‘dies a quo’ per il computo dei sette giorni è quello nel quale viene riscontrata la prima positività”.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, UFFICIALE: rinviata Genoa-Torino