PAGELLE E TABELLINO CROTONE-MILAN 0-2: Kessie dominante, Simy inesistente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:56
Kessie Crotone-Milan pagelle
Franck Kessie (Getty Images)

Pagelle e tabellino di Crotone-Milan, match valido per il secondo turno di Serie A

Il Milan conquista i tre punti con il minimo sforzo. Kessie dominante a centrocampo, non sbaglia dal dischetto. Poi arriva il primo centro di Brahim Diaz. Inesistenti gli attaccanti del Crotone, che non tira mai in porta.

Ecco i voti:

CROTONE
Cordaz 6,5 – Si oppone bene a Brahim e Calhanoglu. Non può nulla in occasione die gol subiti.

Magallan 6 – Lotta per tutta la partita, è il centrale che fatica meno, riuscendo così a strappare la sufficienza.

Marrone 5 – E’ costretto a stendere Rebic, procurando il rigore. Il resto della partita tiene bene l’attacco del Milan ma l’errore è determinante.

Golemic 5,5 – Tiene bene ma il secondo gol nasce dalla sua parte

Pedro Pereira 5,5 – Tiene come può Theo Hernandez ma è soprattutto responsabile in occasione del secondo gol. Dal 72′ Reca s.v.

Messias 6 – E’ il più vivace nel centrocampo dei calabresi. Ci prova spesso da lontano, sperando che il vento possa dargli una mano ma non è così.

Cigarini 5 – Il gioco del Crotone passa dai suoi piedi. Prova a far girare la squadra senza grandissimi risultati.

Zanellato 5 – Fatica a trovare la posizione e sbaglia spesso la giocata. Dal 45′ Henrique 5 – Riesce a far peggio del compagno sostituito, si perde tra le maglie biancorosse del Milan

Molina 6 – Bella la sfida con Saelemaekers dalla quale non esce sconfitto. Meglio dietro che in avanti. Dall’83’ Rispoli s.v.

Simy 5 – I centimetri non lo aiutano ad avere la meglio con Kjaer. Non riesce mai a vedere la porta.

Drăguș 5 – Parte bene, con tanta voglia di fare ma pasticcia spesso. Nel secondo tempo sparisce dal gioco. Dal 72′ Vulic s.v

All. Stroppa 5 – Passo avanti rispetto al match di Genova, ma non era difficile. Il suo Crotone tiene il campo ma la differenza di qualità è davvero tanta. Senza tirare in porta, poi, è davvero difficile

MILAN

Donnarumma 6 – Partita da spettatore per Gigio, che non si sporca mai i guantoni se non per un’uscita con i pugni.

Calabria 6 – Gli avversari, fin qui incontrati, non saranno di altissimo livello ma la crescita rispetto alla passata stagione è evidente.

Kjaer 7 – Non fa muovere Simy e sfiora il gol colpendo la traversa. Il danese dietro è una sicurezza, con chiusure sempre puntuali

Gabbia 6,5 – Il campionato sembra più la sua dimensione. Dopo Bologna un’altra prova convincente per il giovane centrale, che in Europa, invece, fatica non poco.

Hernández 6 – Quando parte palla al piede non lo ferma più nessuno. Gestisce le energie nel secondo tempo.

Tonali 6 – I ritmi non sono ancora altissimi ma riesci a mostrare la sua classe fin da subito. La benzina, però, finisce subito. Dal 63′ Bennacer 6 – 30 minuti ordinati per il centrocampista algerino.

Kessie 7,5 – Partita dominante per il centrocampista ivoriano. Tantissimi palloni recuperati e dal dischetto è glaciale, come sempre.

Saelemaekers 6 – Corre tanto, l’intesa con Calabria funziona ma sembra mancargli qualcosa. Il secondo gol, però, è pure merito suo. Dal 63′ Castillejo 5 – Non riesce ad entrare in partita facendo arrabbiare Pioli

Çalhanoğlu 6,5 Il Milan, senza Ibra, gira ancora di più attorno a lui. Il turco inventa calcio. Dall’83’ Leao 6 – Pochi minuti per mettere subito in mostro la sua classe. Velocità e dribbling per il portoghese

Díaz 6,5 – Prima partita da titolare per l’ex Real Madrid. L’intesa con Calhanoglu e Theo è subito ottima. Trova il gol, sfruttando una disattenzione della difesa calabrese. Dall’83’ Krunic s.v.

Rebic 6 – Non la vede per 45 minuti ma allo scadere del primo tempo scappa via a Marrone, procurandosi il rigore che porta avanti i rossoneri. Dal 58′ Colombo 6 – Fa a sportellate con i difensori calabresi. Lotta provando a dare una mano alla squadra

All. Pioli 6,5 – Senza Ibrahimovic e Romagnoli, il Milan non perde la sua identità. Altri tre punti per un Milan che non si ferma più, ottenendo il 17esimo risultato utile consecutivo

Pairetto 6,5 – In occasione del calcio di rigore non ha dubbi. Il fallo è netto, le immagini danno ragione all’arbitro, il tocco di Rebic è col petto.

TABELLINO
CROTONE-MILAN 0-2

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Golemić; Pedro Pereira, Messias, Cigarini, Zanellato, Molina; Simy, Drăguș. A disp.: Festa, Spolli, Mustacchio, Crociata, Gomelt, Mazzotta, Kargbo, Rispoli, Yakubiv, Reca, Vulić, Eduardo. All.: Stroppa.

MILAN (4-2-3-1): G.Donnarumma; Calabria, Kjær, Gabbia, Hernández; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Çalhanoğlu, Díaz; Rebić. A disp.: A.Donnarumma, Tătărușanu, Kalulu, Laxalt, Bennacer, Krunić, Paquetá, Castillejo, Colombo, Leão, Maldini. All.: Pioli.

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino.
GOL: 46′ Kessie su rigore (M), 49′ Brahim Diaz (M), 63′ Gabbia
AMMONIZIONE: 45′ Marrone (C), 78′ Theo (M)
ESPULSIONI: