Calciomercato Inter, eredità Lautaro | Anche il ‘Piano B’ può sfumare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14
Calciomercato Juventus e Inter: le ultime su Pjanic e Lautaro Martinez al Barcellona
Lautaro Martinez (Getty Images)

Lautaro Martinez è un obiettivo ormai dichiarato del Barcellona. Stando a indiscrezioni l’argentino dell’Inter ha già trovato un accordo col club blaugrana

L’Inter vuole i soldi della clausola, 111 milioni di euro ma alla fine potrebbe farsene bastare di meno per dire sì alla cessione di Lautaro Martinez. Questo, ovviamente, nel caso l’argentino uscisse allo scoperto chiedendo ufficialmente la cessione al Barcellona, col quale si dice abbia già un accordo sulla base di un quinquennale da 10 milioni a stagione.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Juventus fuori | Via libera per Tonali

Il club nerazzurro non vuole farsi trovare impreparato e ha iniziato a scandagliare il mercato alla ricerca del miglior sostituto, al di là di Cavani che rappresenta un’occasione di mercato a costo zero. Piace più di tutti Timo Werner, ma il bomber del Lipsia vuole trasferirsi in Premier – nello specifico al Liverpool – in caso di addio al Lipsia.

Calciomercato Inter, post Lautaro: Aubameyang in salita

Calciomercato Inter Aubameyang PSG
Pierre-Emerick Aubameyang (Getty Images)

La prima alternativa a Werner sarebbe Aubameyang, in scadenza nel giugno 2021 con l’Arsenal e per i media inglesi sicuro partente nella prossima sessione di calciomercato. L’operazione è è però tutt’altro che semplice, considerato l’ingaggio dell’ex Milan (circa 11 milioni) e l’ostacolo simboleggiato dagli stessi ‘Gunners’.

Stando a ‘L’Equipe’ non vogliono privarsi del loro capitano, tanto che gli avrebbero offerto il prolungamento. Se arrivasse un accordo, ecco che anche il quasi 31enne uscirebbe dalla lista dei candidati al post Martinez facendo prendere quota altri nomi, come magari quello di Cunha dell’Hertha Berlino.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:
Calciomercato Inter, addio Marotta: le ULTIME di CM.IT

Calciomercato Inter, ESCLUSIVO agente Gaich: “Sì all’Italia, la clausola…”