Coronavirus, aleggia lo spettro dello stop alla Serie A: niente scudetto e stipendi tagliati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:46

Se non si riprende a maggio il campionato rischia concretamente di saltare

CORONAVIRUS SERIE A / Che anche tra i club di Serie A ormai inizi a serpeggiare sempre di più il pessimismo sulla ripresa del campionato è un dato di fatto. Anche ieri nell'Assemblea in conference call, infatti, non si è parlato di date per la ripresa perché l'emergenza Coronavirus ora sembra lasciare pochi spiragli per il calcio. Tutti in attesa dei dati dell'emergenza quindi, con una nuova riunione da calendarizzare prima di Pasqua per fare il punto, con lo spettro dello stop definitivo al campionato che aleggia in modo pericoloso. Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, Serie A a rischio: botta e risposta Lotito-Agnelli

Secondo quanto riferisce 'La Gazzetta dello Sport' se ci saranno novità positive entro Pasqua si ragionerà sul piano che prevede un paio di settimane di allenamenti, quindi il ritorno in campo ottimisticamente tra il 9 ed il 16 maggio per chiudere i campionati con un calendario fittissimo fino a fine giugno. Se i divieti dovessero essere prolungati fino a fine aprile, invece, diventerebbe quasi impossibile riprendere nonostante la disponibilità dell'UEFA a spostare Champions ed Europa League all'estate per far chiudere i tornei nazionali. In definitiva, se non si dovesse tornare a giocare a maggio la Serie A può saltare e si andrebbe verso la cristallizzazione della classifica non assegnando lo scudetto, con le retrocessioni bloccate e due squadre promosse dalla Serie B per una Serie A a 22 squadre nella stagione 2020/2021, da riportare a 20 l'anno successivo.

Nel frattempo si discute anche sul taglio degli stipendi dei calciatori, in quanto in questo momento non si stanno allenando né stanno disputando partite chiaramente. Sul tavolo l'ipotesi di un taglio con percentuale 'in progressione', ovvero più piccola per chi guadagna di meno fino ad un massimo del 30% per chi guadagna di più.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Coronavirus, UFFICIALE Atalanta | Sportiello positivo!