Calciomercato Inter, da Spalletti a Rafinha e Strootman: mosse da Champions

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:57

Il punto in entrata ed in uscita dopo il quarto posto in campionato

CALCIOMERCATO INTER SPALLETTI RAFINHA STROOTMAN / Sei anni dopo, l'Inter torna in Champions League. La vittoria all'Olimpico nell'ultima giornata di campionato regala ai nerazzurri la qualificazione alla massima competizione europea, grande obiettivo stagionale che dopo la crisi di inizio anno sembrava quasi sfumata. Il successo in rimonta sulla diretta concorrente, la Lazio di Simone Inzaghi, spalanca invece le porte dell'Europa che conta. Traguardo fondamentale, che avrà conseguenze dirette ed immediate molto importanti sui bilanci ed il calciomercato Inter. Centrata la Champions League, infatti, l'Inter è subito al lavoro: da Spalletti a Rafinha, passando per Icardi, Strootman e gli obiettivi in entrata. I primi tre colpi di calciomercato non bastano. Si preannuncia un'estate rovente per allestire una rosa che non dovrà sfigurare tra le big e, soprattutto, dovrà confermarsi ai vertici in Italia.

Calciomercato Inter, priorità Spalletti: conferma e rinnovo

Il primo punto nell'agenda del Ds Piero Ausilio è sicuramente dedicato all'allenatore del grande ritorno in Champions League. Con Luciano Spalletti l'Inter ha ridotto il gap con le altre grandi di Serie A e, soprattutto, ha conquistato ben 10 punti in più rispetto alla precedente stagione chiudendo con in tasca l'obiettivo richiesto. Per questo motivo, a meno di clamorosi ed al momento impensabili colpi di scena, l'allenatore toscano sarà riconfermato. E, anzi, come anticipo dallo stesso direttore sportivo, ci si incontrerà a breve per definire il rinnovo del contratto con prolungamento al 2021. Un modo per confermare l'enorme fiducia nei confronti del tecnico e dargli la possibilità di portare avanti un ciclo completo, soprattutto dall'estate del 2019 che vedrà l'Inter uscire dai paletti del settlement agreement firmato dal presidente Erick Thohir con l'Uefa nel 2016. 

Calciomercato Inter, da Rafinha a Icardi: il punto 

Ma non solo Spalletti. Proprio oggi Ausilio ha 'confermato' anche gli altri big, da Brozovic a Perisic passando soprattutto per Mauro Icardi. Il capitano nerazzurro, capocannoniere insieme a Immobile di questa Serie A, ha sempre ribadito di voler restare a Milano e che se ne sarebbe andato solo se a cederlo fosse stata la società. E l'intenzione della dirigenza interista pare tutt'altra. “C'è un contratto di 3 anni ancora, un tempo abbastanza lungo – ha chiarito ancora Ausilio – Non c'è emotività in base al risultato, due mesi fa abbiamo già detto che a fine stagione ci saremmo seduti con lui e altri calciatori. La volontà è quella di dare la giusta gratificazione al ragazzo”. Diverso invece il discorso legato ad altri due grandi protagonisti della cavalcata stagionale: Joao Cancelo e Rafinha. Entrambi andrebbero riscattati entro il 30 giugno, finendo per appesantire oltremodo un bilancio che, invece, ha assoluta necessità di inserire in entrata importanti plusvalenze. Quasi certo dunque l'addio del portoghese, mentre su Rafinha si nutre qualche speranza in più, anche se come raccontato da Calciomercato.it il Barcellona è rigido sulla sua posizione. L'Inter proverà a volare in Catalogna e ridiscutere i termini, col rischio che da parte blaugrana venga chiesto di inserire nei discorsi anche Milan Skriniar, sul quale è forte anche il pressing del Manchester City

Da ambienti interisti, però, filtra comunque ottimismo e la consapevolezza che la qualificazione alla prossima Champions League possa rappresentare la svolta per il progetto di Suning. Alla voce ricavi si registreranno (almeno) 35 milioni di euro in più rispetto ad una stagione in Europa League e potrebbero far decollare i piani di Gardini e Ausilio, che dopo aver preso Lautaro Martinez, de Vrij e Asamoah puntano a consolidare la rosa con altri elementi di esperienza internazionale e grande qualità. Ribadito il no della dirigenza a profili come Florenzi e Bruno Peres, il primo obiettivo per il centrocampo sarebbe l'altro romanista, Kevin Strootman, indicato da Spalletti come elemento ideale per il reparto. Ma lì in mezzo i colpi saranno con ogni probabilità due: attenzione dunque al giovane Barella, vista anche la possibilità di allestire col Cagliari un affare 'alla Skriniar' inserendo nella trattativa diversi giovani che garantirebbero all'Inter importanti plusvalenze. Tra questi, anche Dimarco che l'Inter riacquisterà a breve dal Sion.