Clamoroso in Italia, l’allenatore ha effettuato sei sostituzioni: scoppia il caso

L’allenatore ha effettuato sei sostituzioni, ma il finale non è stato per nulla quello che ci si aspettava: scoppia la polemica in Italia

Il calcio ha visto dei cambiamenti abbastanza importanti nel regolamento degli ultimi anni, in maniera tale da allineare le nuove esigenze tecniche, gli stili di gioco e anche i tanti impegni a cui la maggior parte dei club devono sottoporsi e che possono avere conseguenze decisivi per la salute e la carriera dei calciatori.

Sei sostituzioni in Italia: scoppia il caso
Arbitro (Pixabay) – calciomercato.it

Da tre sostituzioni si è passati a cinque, ma ogni tanto capita che, sicuramente per dimenticanza, un allenatore perda il conto e ne faccia una in più. È capitato anche a Rudi Garcia, quando era sulla panchina della Roma nel gennaio 2021, in un match contro lo Spezia rimasto nella storia proprio per questa ragione.

Stavolta non siamo in Serie A e non a livello così alti, ma comunque in Italia. Nella Terza Categoria – Rieti, si stavano sfidando la capolista Polisportiva Montorio Romano e la Pro Marcellina, in una partita che è terminata con il risultato di 3-0. Non sono avanzate, però, anche le polemiche per ciò che è successo durante e dopo l’incontro.

Terza categoria, sei sostituzioni ma la partita non viene assegnata a tavolino: è polemica

Nonostante sia stata effettuata una sostituzione in più rispetto a quelle consentite, la decisione è stata di non ribaltare il risultato e non assegnare la partita a tavolino, perché non avrebbe avuto influenza sul risultato finale.

Sei sostituzioni in Italia: scoppia il caso
Giudice (ANSA) – calciomercato.it

Infatti, come si legge dal comunicato del giudice sportivo,  l’ultimo cambio è avvenuto al minuto 44:40 del secondo tempo nel risultato e “la gara si è conclusa al 45:15 sul risultato di POL.MONTORIO ROMANO – PRO MARCELLINA 3-0”. I tempi sono stati talmente brevi che nessuno se l’è sentita di penalizzare così tanto una squadra che, di fatto, aveva già vinto l’incontro.

Città di Poggio Mirteto, la squadra in lotta per la conquista del campionato, non ha preso affatto bene la decisione ed è in aperta polemica perché, a norma di regolamento, sarebbe dovuta finire 0-3 e sarebbe stato un risultato decisivo per il suo cammino in Terza Categoria.

 

 

Impostazioni privacy