Bologna, Motta non ci sta: “Voglio tutti come Sosa”. E bacchetta altri due giocatori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:42

Thiago Motta si sfoga in conferenza stampa dopo Lazio-Bologna e bacchetta due giocatori, colpevoli quanto Sosa per il gol di Anderson

Il Bologna fa un passo indietro rispetto alla vittoria contro l’Udinese in campionato, che poteva far svoltare la squadra. Contro la Lazio in Coppa Italia arriva un ko netto, anche se il risultato dice il contrario, con poca attitudine offensiva da parte dei suoi.

motta lazio bologna sosa calciomercato.it 20231901
Thiago Motta – calciomercato.it

A decidere la partita un errore di Sosa che spalanca le porte a Pedro e poi Felipe Anderson, ma Thiago Motta in conferenza stampa non se la prende col suo centrale. Anzi, bacchetta gli altri due compagni. Il tecnico rossoblù ha parlato in conferenza stampa dopo l’eliminazione dell’Olimpico: “Partita difficile contro una buona squadra. Sarri? Ho avuto tanti allenatori, ho cercato di prendere qualcosa da tutti. Orsolini a sinistra per tutta la partita perché mi piace quando apre il campo, crossa rasoterra, mi piace quando va in profondità, difende come oggi o combina col terzino. Può giocare dove vuole, dipende da come vediamo l’avversario”.

Lazio-Bologna, Thiago Motta difende Sosa: “Doveva essere più aiutato!”

Thiago Motta poi spiega il passo indietro rispetto alla Dacia Arena: “Ogni partita è una storia a sé, stasera abbiamo giocato contro una buonissima squadra. Quando hanno il possesso ti mettono in difficoltà, succede a tutti, poi potevamo fare meglio sull’aggressività, toccare l’uomo sul contrasto e utilizzare meglio il pallone in ripartenza. Oggi abbiamo fatto una prestazione corretta, ma non serve per competere con la Lazio”.

Thiago Motta in conferenza stampa difende Sosa dopo Lazio-Bologna
Thiago Motta – calciomercato.it

Qui si arriva proprio a Sosa, protagonista in negativo sul gol di Felipe Anderson ma Thiago Motta lo protegge: “Non sapete quanto mi piace questo ragazzo, il coraggio e l’attitudine, dopo l’errore ha aumentato la voglia di difendere, di chiedere il pallone, di rischiare. Mi piace tantissimo questo ragazzo, voglio vedere da tutti la sua attitudine. Per poter competere contro le big dobbiamo tutti alzare il livello. Sosa ha giocato contro l’Inter, la Juve, oggi con la Lazio, non ha paura, cresce, lui scivola però gli altri due devono aiutarlo molto di più. Nessuno ha parlato, c’era un passaggio dentro, e non l’abbiamo fatto. Lui lo fa e voglio questo”. Gli altri due giocatori in questione, in ritardo su Anderson, erano nello specifico Soumaoro e Schouten, entrambi usciti all’intervallo.

In chiusura sull’infortunio di Medel, entrato all’intervallo ma in campo per meno di venti minuti causa infortunio: Ha avuto un risentimento al quadricipite della coscia che valuteremo nei prossimi giorni. Se il cambio di Soumaoro era previsto? Sì. Ha giocato abbastanza bene”.