TV PLAY | Ultima chiamata per Lotito: “Non aspetteremo a vita”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:49

Il presidente della Lazio ha annunciato nelle scorse ore la presentazione di un progetto molto importante per il club biancoceleste

Sono settimane molto importanti in casa Lazio dopo gli ultimi proclami del presidente Claudio Lotito. Il numero uno della società biancoceleste, infatti, ha preannunciato ai suoi tifosi novità molto importanti in riferimento ad uno dei progetti sul quale da tempo lavora la dirigenza.

Nuovo stadio Lazio, l'annuncio di Onorato: "Senza progetto parliamo del nulla"
Alessandro Onorato in diretta su TV Play

Stiamo parlando del possibile nuovo stadio della Lazio, un impianto che Lotito vorrebbe far sorgere nell’attuale Flaminio. Del progetto dei biancocelesti e non solo si è parlato questo pomeriggio in diretta su Calciomercato.it in onda su TV Play insieme ad Alessandro Onorato, assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma.

Queste le parole di Onorato sui progetti di Roma e Lazio per un nuovo stadio di proprietà: “Allora la Roma ha presentato un progetto a Pietralata, un investimento importante e l’iter andrà avanti. Non è una cosa semplice, ma siamo fiduciosi. Il Flaminio invece da quindici anni è quasi abbandonato. È uno stadio a cui vogliono bene i tifosi. Lotito come sapete a fine agosto ha chiesto documenti al comune per presentare un progetto per costruire il nuovo stadio della Lazio. Io e il sindaco Gualtieri lo vediamo bene lì. Se la Lazio vuole presentare un progetto siamo ben lieti di valutare in base alle norme. Non aspetteremo a vita, ad oggi non è stato presentato niente. Crediamo che Roma e Lazio debbano avere uno stadio, crediamo che bisogna farlo”.

Nuovo stadio Lazio, l’annuncio di Onorato: “Senza progetto parliamo del nulla”

Nuovo stadio Lazio, l'annuncio di Onorato: "Senza progetto parliamo del nulla"
Claudio Lotito ©LaPresse

L’Assessore Onorato ai nostri microfoni ha ribadito l’importanza di un progetto che ad oggi però non è stato ancora presentato presso gli uffici comunali: “Allora il Flaminio è uno stadio che è stato distrutto e ricostruito nel 1960. Ripeto, senza un progetto parliamo del nulla. Se tu presenti un progetto andiamo a capire quali vincoli si affrontano. Sull’area del Flaminio la situazione è complessa, abbiamo messo 2 milioni di euro nel Palazzetto di fronte allo stadio. Oggi le squadre anche di altri sport sono costrette a giocare fuori Roma. Ho stanziato anche dei fondi per il decoro dell’area. Non voglio fare gli errori di chi mi ha preceduto”.

Infine, l’idea di trasformare l’Olimpico in uno stadio per la Nazionale Italiana: “L’Olimpico diventerebbe come Wembley, uno stadio di riferimento della Nazionale, dell’atletica leggera e del Sei Nazioni. Quest’estate porteremo i 28 concerti più importanti d’Europa. Lotito? L’ho incrociato domenica, se lo vuole fare lo stadio occorre presentare un progetto. Crediamo sia giusto che Roma e Lazio abbiano un loro stadio”.