Juventus, ESCLUSIVO agente Gvardiol: “Il telefono squilla in continuazione. Come stanno le cose”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:51

Il difensore del Lipsia e della Nazionale croata si sta mettendo in mostra anche al Mondiale in Qatar. Sisic a CM.IT: “Gli piacciono le sfide. Futuro? Un passo alla volta”

Insuperabile, è un dato di fatto. Josko Gvardiol sta confermando al Mondiale, il primo in carriera, di essere uno dei migliori difensori del panorama calcistico internazionale. Nelle prime due gare di Qatar 2022, il ventenne di Zagabria con la passione per la pesca (ereditata dal papà pescatore) ha vinto il 70% dei duelli – ecco perché insuperabile – e completato 166 passaggi con percentuale di riuscita dell’88%. Per la felicità della Nazionale di Dalic e del Lipsia, che pregusta una super plusvalenza avendolo pagato ‘solo’ 18 milioni nell’estate 2021. Intanto a settembre gli ha rinnovato il contratto fino al 2027, in modo da avere maggior forza contrattuale nei prossimi mercati.

Calciomercato Juventus e Inter, Gvardiol nel mirino
Josko Gvardiol comn la maschera al volto ©LaPresse

Le qualità di Gvardiol non sono certo passate inosservate qui in Italia, Juventus e Inter lo apprezzano ma entrambe devono vedersela con una concorrenza agguerrita e, specie per i nerazzurri, con maggiori possibilità economiche. Poi le prestazioni in questo Mondiale rischiano di far lievitare ulteriormente il prezzo del mancino, diventato in poco tempo un punto fermo pure della Croazia, che con il Belgio all’ultimo turno si giocherà l’accesso agli ottavi di finale: “È molto felice e orgoglioso di rappresentare il suo Paese – ha detto l’agente di Gvardiol, Marjan Sisic, in esclusiva al microfono di Calciomercato.it – Gli piacciono le sfide, per cui giocare ai Mondiali è un’esperienza che non vedeva l’ora di fare”.

A proposito del futuro del suo assistito, Sisic dice che non c’è alcuna fretta: “Al momento siamo molto felici del Lipsia, è stata la scelta ideale per lui dopo gli anni alla Dinamo. Dopo la Coppa del Mondo – aggiunge – so che Josko sarà completamente concentrato sulla Bundesliga, sulla Coppa nazionale e sulla Champions League (il Lipsia dovrà vedersela col City di Guardiola, ndr). Stiamo facendo un passo alla volta e costruendo la sua carriera con cautela, parlando sempre e decidendo insieme il passo successivo”. Gvardiol non ha un calciatore a cui si ispira in modo particolare, ma “quando era un ragazzino e giocava nelle giovanili della Dinamo Zagabria, gli piacevano Virgil van Dijk e Sergio Ramos. Adesso sta cercando di sviluppare un suo stile di gioco riconoscibile”.

Calciomercato Juventus e Inter, agente Gvardiol a CM.IT: “Non abbiamo fretta, un passo alla volta. Grande rispetto per la Serie A”

Calciomercato Juventus e Inter, Gvardiol nel mirino
Gvardiol in azione ©LaPresse

Un metro e ottantacinque di altezza, Gvardiol lo volevano già in tanti, figurarsi ora dopo averlo visto giocare così bene al Mondiale: “Il mio telefono squilla in continuazione, non è un segreto – ammette il suo agente a Calciomercato.it – Ma è così da quando è salito su un palco importante, giocando per la prima squadra della Dinamo Zagabria. Ma ripeto, non abbiamo fretta: Josko è al cento per cento concentrato solo sulla prossima partita. Ora sta pensando solo a quella contro il Belgio. Sull’interesse di Juve e Inter? Non voglio commentare le voci di mercato, però sicuramente ho un grande rispetto per la Serie A, per l’Italia, il calcio italiano e le tradizionali grandi squadre italiane. E sono certo che Josko la pensi allo stesso modo”.

In conclusione Susic ribadisce che per il futuro di Gvardiol, che sappiamo piacere tanto anche al Tottenham di Conte oltre che al Chelsea, non si faranno passi affrettati: “Josko non è il tipo di persona a cui piace fare piani a lungo termine. Per lui, la cosa più importante è sempre il suo prossimo allenamento e la prossima partita. Sono il suo agente da quando aveva 14 anni e la nostra agenda è sempre stata lo stesso: fare un passo alla volta, andare avanti lentamente ma nel posto giusto e al momento giusto. L’obiettivo futuro per lui è la partita di giovedì e, dopo, l’allenamento del venerdì (ride, ndr)”.